Mattia Dall'Aglio, la procura apre un'inchiesta per omicidio

Giallo sulla morte del nuotatore Mattia Dall'Aglio, trovato senza vita a soli 24 anni: la procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo

È giallo sulla morte di Mattia Dall'Aglio, il nuotatore di 24 anni trovato ieri senza vita nella palestra dove si stava allenando da solo.

La procura di Modena ha infatti aperto un'inchiesta per omicidio colposo e iscritto "uno o più" persone nel registro degli indagati. Riserbo, al momento, sui nomi Come riporta Tgcom24, è stata disposta anche l'autopsia, che sarà effettuata giovedì.

A trovare il cadavere del giovane era stato un vigile del fuoco. Inizialmente si è ipotizzato che alla base della morte ci fosse stato un malore e una successiva caduta. Sul posto non sono stati trovati farmaci o sostanze sospette, ma la procura vuole vederci chiaro.

Secondo Repubblica, nel mirino dei pm c'è la ce palestra. Pare infatti che si trattasse più che altro di "una stanza attrezzata alla buona, con appunto macchine da palestra". Ma che, oltre a non avere autorizzazioni era "priva di docce e aria condizionata" ed era "in uso a un numero limitato di persone che vi accedevano con una chiave detenuta dal bar". "Pare che sia dei vigili del fuoco, data in uso ad associazioni volontarie sportive che gestiscono questi luoghi", spiegano dalla procuta, "Un fatto comune e diffuso".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 08/08/2017 - 11:35

Ieri qualche indiscrezione aveva lasciato trapelare l'esistenza di una drepanocitosi (anemia falciforme)...spero ardentemente che si tratti di uno scherzo. Altrimenti ci sarebbe da indagare l'intero staff medico preposto al rilascio dell'idoneità sportiva. Più verosimile il sopraggiungere di una turba critica del ritmo cardiaco.

cgf

Mar, 08/08/2017 - 12:33

N.B. la 'palestra' è DENTRO la caserma dei vigili del fuoco, i quali hanno anche una PISCINA aperta alle società sportive. Dove vuoi che vada un nuotatore ad allenarsi? Tra l'altro nella rossa modena è 'strettamente sconsigliato' ai privati costruire piscine, c'è chi ci ha provato!! poi ovvio che gli allenamenti non si fanno solo in acqua... un particolare, quella "stanza attrezzata alla buona, con appunto macchine da palestra", serve anche per gli stessi vigili ed ha pure una parete per le scalate in verticale...

lividanddisgusted

Mar, 08/08/2017 - 16:15

DICIAMOLA UNA BUONA VOLTA LA PAROLA PROIBITA: DOPING !!! Quasi tutte le sostanze dopanti fanno esplodere il cuore. Un atleta della nazionale giovanile, quindi con stato di salute monitorato, non muore d'infarto a 24 anni cosi per caso. Sono centinaia i ragazzi delle giovanili morti, guarda un po', anche loro d'infarto. Qualche nome a caso: Fabio Zuccheri, 20 anni (calcio), Marco Garbuglia, 19 anni (calcio), Jonathan Fornari, 28 anni (arti marziali), Elia Longarini, 12 anni (rugby)... 12 anni!!! Tutti sanno che i ragazzini nelle squadre dilettanti vengono dopati fin da piccoli. Questi non sono infarti, sono omicidi. Ma il sistema nasconde tutto, i referti ufficiali parlano per tutti di cardiopatie latenti. Chiamiamoli con il loro nome questi allenatori, preparatori, responsabili sportivi: ASSASSINI!

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Mer, 09/08/2017 - 07:50

Esiste un Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardico, diagnosticato dalla nascita con un comune fonendoscopio ed eliminabile con TQMR? Questa la domanda a cui rispondere se veramente si vuole appurare perché muoiono giovani atleti sottoposti ad accurate e ripetute visite mediche di ottimi professionisti.