Abramovich vuole vender il Chelsea: il russo vuole 2 miliardi di sterline

ll patron del Chelsea Roman Abramovich è pronto a vendere il club per una cifra vicina ai due miliardi di euro. Il mancato rinnovo del visto di soggiorno e lo stop al rinnovamento di Stamford Bridge potrebbero essere dei segnali significativi

Il Chelsea ha cambiato guida tecnica in questa stagione ed è passata dal leccese Antonio Conte al toscano Maurizio Sarri. L'ex allenatore del Napoli ha portato una ventata d'aria fresca a Stamford Bridge con Roman Abramovich soddisfatto della sua scelta di affidarsi ad un allenatore competente e che cerca sempre di far giocare al meglio la sua squadra. Dall'Inghilterra, però, arriva una notizia che farà poco piacere ai tifosi dei Blues: il patron russo starebbe pensando di vendere la società per una cifra vicina ai due miliardi di sterline.

La cifra è davvero da capogiro con Abramovich che ha contatto la banca d'affari americana Raine Group e il mancato rinnovo del suo visto di soggiorno in Inghilterra è un primo indizio. Senza questo visto di soggiorno, infatti, il russo non potrà più fare affari in Inghilterra. Un altro indizio è stata la sospensione dell'investimento da un miliardo di euro per ristrutturare lo Stamford Bridge. Il tabloid inglese Sunday Times ha parlato di questa probabile cessione e sarebbe una cifra record per la Premier visto che supererebbe i 790 milioni di sterline spesi dalla famiglia Glazer per rilevare lo United nel 2006. Qualche giorno fa, inoltre, fu fatta un'offerta analoga da uno sceicco per acquistare il Liverpool con la proprietà americana che avrebbe però respinto l'appetitoso assalto.