Dall'Italia fuori dal mondiale al grande ritorno di Federer: i 10 eventi sportivi che hanno contraddistinto il 2017

Il 2017 dello sport andrà in archivio con la grande delusione dell'Italia e di Bolt. Sorprese per il grande ritorno di Federer e Nadal. La F1 va a Liberty Media

Il 2017 del mondo dello sport sta per andare in archivio e come sempre ci sono state diverse conferme, sorprese, rivelazioni e delusioni enormi. Sicuramente la più grande "catastrofe sportiva" è stata la mancata qualificazione dell'Italia del calcio al Mondiale del 2018 in Russia. Gli azzurri, nello spareggio giocato tra il 10 e il 13 novembre contro la Svezia, non sono riusciti ad approdare alla fase finale della manifestazione: non accadeva da 60 anni, quando l'Irlanda del Nord ci estromesse da Svezia 1958. Sicuramente un'altra grande delusione è stata la mancata medaglia d'oro a Usain Bolt, nella finale dei 100 metri, ai Mondiali di Londra. Il fuoriclasse giamaicano, all'ultima sua gara, ha chiuso con il terzo posto lasciando di sasso tutti i suoi tifosi che credevano fortemente nell'happy ending.

Tornando al calcio ha creato tanto stupore, nella stagione 2016-2017, la rimonta leggendario del Barcellona di Messi e Neymar che dopo aver perso 4-0 contro il Psg negli ottavi di finale di Champions, l'ha completamente ribaltata passando il turno al Camp Nou. 6-1 il risultato finale in favore dei bluagrana, sconfitti poi nei quarti di finale dalla Juventus di Allegri. Il Real Madrid è la squadra ad aver vinto più Coppe dei campioni di tutte, con ben 12 affermazioni: nessuno, però, nella moderna Champions League, aveva vinto due volte di fila la competizione. I blancos, invece, ce l'hanno fatta ribadendo il concetto di essere la squadra di più prestigiosa al mondo. Passando al calciomercato, l'estate del 2017, sarà ricordata come quella del trasferimento più costoso della storia del calcio con il passaggio, tormentato e contestato, di Neymar dal Barcellona al Psg per la modica cifra di 222 milioni di euro, intero valore della clausola rescissoria.

Passando al tennis, invece, il 2017 è l'anno che ha riportato in auge Re Roger Federer. Il basilese, forse il più forte tennista di tutti i tempi, ha vinto due titoli dello Slam, Australian Open e Wimbledon, ha chiuso l'anno da numero 2 del mondo, ma soprattutto ha dimostrato di essere in forma smagliante nonostante i 36 anni suonati. C'è chi ha fatto meglio di lui: Rafael Nadal, infatti, ha vinto numerosi tornei, gli altri due titoli dello Slam, Roland Garros e Us Open, ed ha chiuso al primo posto nella classifica Atp. Grandi delusi, invece, per via di infortuni Novak Djokovic, Andy Murray e Stanislas Wawrinka. Nel ciclismo, proprio recentemente, ha fatto scalpore la positività del britannico Chris Froome al salbutamolo, nella Vuelta di Spagna vinta lo scorso settembre. Il 32enne nato a Nairobi però si è difeso spiegando che è risultato positivo per via di un farmaco per curare l'asma.

Nel basket americano, invece, Stephen Curry e Kevin Durant hanno asfaltato tutti e hanno conquistato il tanto ambito anello Nba. I Warriors hanno conquistato il titolo di campioni nella più importante Lega di basket del mondo con ben 16 partite vinte e solo una persa, nei playoff, diventando così la prima squadra a mettere insieme 15 vittorie consecutive nella fase finale della stagione. Un altro grande evento dello sport è stato sicuramente la sfida tra Floyd Mayweather, il miglior pesi leggeri del mondo, contro lo spavaldo Conor McGregor, campione delle arti marziali miste. Il primo ha vinto per ko tecnico alla decima ripresa. Passando alla Formula Uno, invece, c'è stato il clamoroso passaggio di consegne di Bernie Ecclestone alla società Liberty Media che ha acquistato tutti i diritti. Sono state introdotte delle modifiche regolamentari per aumentare lo spettacolo, anche se la Ferrari ha minacciato di poter lasciare il circus.