Thohir cerca la tregua con la Juve

D'Ambrosio primo acquisto di ET. Belfodil al Qpr, Guarin aspetta

Erick Thohir incontra Andrea Agnelli, c'è un riavvicinamento che parte da molto lontano e una tregua che potrebbe valere molto in proiezione fra i due club. Non è certo che Mirko Vucinic torni d'attualità, al momento è un nome che scotta con due controindicazioni, Walter Mazzarri lo vuole e il montenegrino vuole l'Inter. Ultima settimana di mercato, gli obiettivi sono chiari, soldi pochi, tutti sperano nei supersconti da ultima ora. Mino Raiola è a Londra per il futuro di Etienne Capoue del Tottenham su mandato di De Laurentiis. Troppi i 15 mln richiesti dagli Spurs, il francese è reduce da un infortunio, il Napoli tratta sulla base di 10. Se esce Vucinic la Juventus va subito sul giovane Berardi ma molto dipende da cosa succede sulla panchina del Sassuolo che ha contattato Ciro Ferrara, anche Floccari nel mirino. Nel Milan c'è mezza difesa in uscita, Clarence Seedorf ha capito che qui occorre rifondare e alcune operazioni potrebbero concretizzarsi già entro questa sessione. Gabriel in Brasile, per Zaccardo ci sono richieste da Besiktas e Fiorentina, Constant e Mexes hanno rifiutato il Napoli, anche Silvestre e Rami sono sul filo. C'è un timido tentativo per il madridista Fabio Coentrao. La Roma ha preso l'attaccante paraguaiano Tony Sanabria, un '94 talento del Barcellona che girerà al Sassuolo fino a giugno, e sempre in proiezione il giovane talento del Fenerbahce Salih Ulcan, centrocampista classe '94 sul quale c'era pesante il Manchester United. Ma con Erick Thohir a Milano c'è attesa sulle mosse dell'Inter, nessno si aspetta grandi colpi, al momento la sensazione è quella dei primissimi giorni, nessuno in uscita e nessuno in entrata: «Occorre stare attenti a non fare danni», nel senso di non peggiorare la situazione, disse Thohir che sta chiudendo il primo acquisto della sua gestione con D'Ambrosio, 1,5mln cash a Urbano Cairo più mezzo cartellino di Benassi e mezzo di Colombi attaccante della Primavera, ieri incontro decisivo fra le parti. Belfodil la prima cessione, e anche la prima bocciatura pesantissima con grave perdita economica, pagato a giugno 10 mln per la metà dal Parma, il franco-algerino va al Qpr per poco più di 3. In serata la chiusura, oggi le visite mediche, al Parma la sua metà, 1,5 mln. La seconda uscita forse Fredy Guarin dopo la rinuncia del Dortmund su Adrea Ranocchia alle cifre richeste dall'Inter. Guarin è separato in casa, Rolando con cui giocava nel Porto, e suo grande amico, si è detto dispiaciuto ma ha fatto capire che altre strade non esistono. Al momento zero concrete ri-