Dani Alves al Psg, rabbia e ironia corrono sui social

Dopo le parole di Dani Alves sulla "ambizione e l'organizzazione" che differenziano Juventus e Psg, i tifosi bianconeri si sono scatenati sui social

Come cambia in fretta l'umore dei tifosi. Lo dimostra alla perfezione il caso Dani Alves, con il giocatore brasiliano che da idolo del pubblico bianconero si è trasformato ben presto in un anti-eroe da riempire di insulti e prese in giro. Certo che il brasiliano ci ha messo del suo. In piena linea con la sua fama di attaccabrighe, durante la conferenza stampa di presentazione come nuovo giocatore del Psg, l'ex terzino del Barcellona ha detto che "tra la Juventus e il Psg la differenza sta nell'organizzazione e nell'ambizione". Parole che hanno fatto infuriare molti tifosi.

Tifosi che su social, tra Facebook, Twitter e Instagram, si sono scatenati nel rivolgere pensieri poco carini al loro ex terzino destro, accusato di scarsa professionalità e di essere uscito dal seminato. In attesa che sia la Juventus a esprimersi ufficialmente sulle discutibili dichiarazioni di Alves, è toccato ai sostenitori bianconeri condannare il brasiliano.

Ecco alcuni dei commenti pubblicati su Twitter. "Ma lui non pensa ai soldi: lui va al psg perché il campionato francese è il top dei campionati", scrive Loris. "Un clown" e "pagliaccio", rispondono Nicola Negro e Sante Tricarico. "Ahhaahhaha psg più ambizioni della juve ahahahah zero TROFEI stagionali ,Juve 2 più finale di Champions", il commento ironico di Danilo.

Christian non tifa Juve, ma ci tiene a far sapere il suo pensiero sulla vicenda: "Mercenario come pochi e lo dico da milanista". Filippo Porta ci va giù pesante: "Per me è malato. Ha manie di "protagonismo"......da curare", mentre Gianni Antonazzo scrive che "La Juve ha molti difetti ma è un club organizzato molto bene".

E poi fotomontaggi, disegni e scarabocchi improvvisati su un foglio di carta che hanno un solo uomo nel mirino: Dani Alves. In effetti la storia tra il brasiliano e la Juventus è durata appena un anno e si è bruscamente interrotta dopo un paio di intemerate social dell'ex terzino di Siviglia e Barcellona.

Prima l'invito a Dybala a lasciare la Juventus per andare a vincere da un'altra parte, poi la foto pubblicata su Instagram che ritraeva gli scarpini usati nella finale Barcellona-Juventus del 2015. Peccato che allora Dani Alves giocasse in maglia blaugrana e non bianconera. Un immagine che aveva scatenato un putiferio e la conseguente reazione del giocatore.