De Boer su Icardi: "Dobbiamo convincerlo che è nel posto giusto"

L'Inter vuole trattenere Icardi nonostante gli attacchi del Napoli e de Boer spiega: "Dobbiamo convincerlo che è nel posto giusto"

L'Inter, ieri, ha presentato il suo nuovo allenatore: Frank de Boer. L'olandese, ha le idee molto chiare nonostante abbia ereditato una squadra a soli 13 giorni dall'inizio del campionato, è entusiasta e non vede l'ora di lavorare per dimostrare che l'Inter, e soprattutto Erick Thohir hanno fatto la scelta giusta puntando su di lui. L'ex tecnico dell'Ajax, ha parlato ai microfoni di Premium Sport, ed ha toccato un argomento delicato in casa Inter, ovvero Mauro Icardi: "Icardi è un giocatore molto importante per noi, è quello che ha segnato più gol nelle ultime 2 stagioni e non vogliamo perderlo. Io e il mio staff dobbiamo convincerlo che è nel luogo giusto, dove può migliorare e sono sicuro che riusciremo a farlo: non vedo l’ora di iniziare lavorare con lui".

L'Inter ha vissuto un mese di luglio davvero strano con i malumori di Roberto Mancini, sfociati poi nella risoluzione contrattuale avvenuta l'8 agosto, e con le dichiarazioni molto pepate da parte di Wanda Nara, moglie-agente di Icardi, che ha gettato diversi dubbi sulla permanenza del marito a Milano. Il Napoli non molla il centravanti nato a Rosario e oggi l'intermediario del giocatore argentino incontrerà ancora la dirigenza partenopea che è intenzionata ad alzare ancora l'offerta per strappare all'Inter il suo capitano. de Boer l'ha definito fondamentale e il club di Corso Vittorio Emanuele fa muro: vedremo se il Napoli saprà trovare la leva giusta, 70 milioni di euro, per convincere l'Inter a cedere il suo bomber capace di segnare 52 reti in 105 presenze complessive.