Il Milan vince il derby. Decide De Jong

Una rete dell'olandese, su assist di Balotelli, decide l'ultimo derby del campionato

Il Diavolo si prende il derby. I rossoneri vincono grazie a una rete al 20' della ripresa di De Jong di testa su assist di Balotelli. Seedorf batte Mazzarri e porta il Milan a tre lunghezze di distanza dall'Inter. Infatti adesso la squadra rossonera avanza a quota 54 punti, mentre i nerazzurri restano fermi a quota 57. Una vittoria di misura che rilancia il Milan in zona Europa League.

Il primo a cercare di rompere il ghiaccio è Taarabt, che al 12' tenta la botta da fuori dopo una bella ripartenza di Constant. Al 19' Abbiati blocca un cross pericoloso di Nagatomo, De Sciglio, liberato in area da un'intuizione di Taarabt, trova solo l'esterno della rete. Dal 28' entra in azione Kakà, di gran lunga il più pericoloso dei suoi.

Il suo tiro non impensierisce Handanovic. Che però, al 37', deve ringraziare la traversa, su cui si infrange una sberla al volo del brasiliano da fuori area. Al 44', poi, l'ex Real tenta senza fortuna il destro a giro e al 45' mette alto un tentativo di volee in corsa. Il derby non decolla nemmeno in avvio di ripresa ma Mexes prova a dare una scossa, inzuccando di poco fuori al 14'. Il Milan fa qualcosa in più e al 20' passa in vantaggio: punizione al bacio in area di Balotelli, De Jong sbuca nel mucchio e di testa batte Handanovic. L'olandese, trovato il gol, è provvidenziale tre minuti dopo nel dire no a Palacio in scivolata. Iniziano i cambi dalle due panchine, Pazzini al 32' tocca in rete una conclusione di Balotelli ma Banti gli soffoca la gioia per un'evidente posizione di fuorigioco. Al 36' Handanovic blocca in due tempi una punizione di SuperMario, nel finale l'Inter prova ad accelerare e Milito, nel recupero, non trova lo specchio di testa, sprecando in torsione l'unica chance creata dai nerazzurri in tutta la ripresa.

Commenti
Ritratto di morbin

morbin

Lun, 05/05/2014 - 01:31

Milan superiore all'Inter, pur palesando nulla di trascendentale. Ha vinto il derby per la volontà di farlo suo, mettendoci, dopo un primo tempo condotto a ritmi lenti e prevedibili, di cui i nerazzurri non hano saputo approfittare. Comunque era importante la vittoria, in relazione all'obiettivo da raggiungere dell' Europa League, ancora possibile. Non si comprendono i motivi per cui Seedorf debba essere messo in discussione dalla dirigenza. Dal campo, e per i tifosi, meriterebbe la conferma. I giocatori che hanno festeggiato sul rettangolo di San Siro con lui a fine incontro, hanno dimostrato che la presunta spaccatura dello spogliatoio non ci dovrebbe essere. E allora?