De Jong malconcio ma tuttofare Robinho, che dormite

6 ABBIATI L'unico brivido è la solita dormita generale su palla inattiva. Nel timido assalto della Sampdoria con un paio di uscite risolve situazioni che sono sempre intricate davanti a lui quando il pallone è in aria.
5.5 ZACCARDO Pur di giocare fa il terzino, ma il cross non è il suo lavoro. La volontà non gli manca e non si scoraggia mai.
6 ZAPATA Serata tranquilla, ma lui trova sempre il modo di ravvivarla con un suo classico pisolino.
6.5 MEXES La Samp è fragile e lui fa “mezzo” turnover, fino a una magia di tacco che salva tutto.
6 CONSTANT Vale il discorso per il compagno della corsia di destra, va meglio il tiro del traversone.
6 POLI Stranamente timido, sarà perché di fronte ha i suoi vecchi colori. Un'accelerata manderebbe in gol Robinho, ma il brasiliano fa il difensore… (Dal 29' st Nocerino sv).
7 DE JONG Canta e porta la croce, compatta la squadra tatticamente. Stoico nel restare in campo col ginocchio destro malconcio.
5 MUNTARI Una girata murata e poi fa il compitino. A questo Milan serve altro. (Dal 1' st Emanuelson 6 Se non altro più vivace).
7 BIRSA Nel nulla rossonero lui è l'unico a dare segnali di vita. Distribuisce assist, pennella per Matri che spreca, imbuca per Robinho che latita. Allora ci pensa lui, il primo gol rossonero è la ciliegina. (Dal 21' st Niang 6 Subito sul pezzo)
5 ROBINHO Qualche giocata in mezzo a dormite colossali. Definirlo discontinuo è un eufemismo. Chiama al tiro Birsa che risponde presente, invece lui sbaglia a porta vuota.
5 MATRI Inizia a venire il dubbio che Conte abbia fatto un po' il furbo nel consumare tutte le lacrime per il suo addio. Il “Mitra” rimane ancora in silenzio, impalpabile.
6 All. ALLEGRI Squadra se non altro con una logica, visti i mezzi a disposizione. Tre punti per respirare.