Dembélé svela: "Ho inventato scuse con il Borussia per andare al Barcellona"

Dembélé è passato dal Borussia al Barcellona per la cifra monstre di 147 milioni, comprensivi di bonus: "Ero tranquillo, era una questione di trattativa tra i due club"

Ousmane Dembélé al Barcellona è stato il terzo trasferimento più costoso dell'estate dopo Neymar, costato 222 milioni di euro, e Mbappé passato al Monaco per 180 milioni. Il francese classe '97 è stato pagato 105 milioni di euro, più 42 di bonus legati a determinate condizioni. Dembélé, come hanno fatto anche altri calciatori in quest'estate rovente, ha deciso di rompere con il suo club di appartenenza per accelerare la partenza.

Dembélé, infatti, non si era presentato agli allenamenti dei gialloneri e oggi, a trasferimento ultimato, ai microfoni di Sport ha raccontato: "Ero tranquillo, era una questione di trattativa tra il Barcellona e il Borussia. Sapevo che avrei dovuto avere pazienza. Ho deciso io di non presentarmi più agli allenamenti. Non volevo andarci e ho cercato una scusa per non andarci. Se la trattativa non fosse andata bene, e io non avessi fatto di tutto per andare al Barcellona, ora starei rimpiangendo il fatto di non essere qui”.