Devastazioni a Roma, i tifosi del Feyenoord non saranno processati

Archiviato il procedimento per i 44 supporter del team olandese che danneggiarono la Barcaccia

Il procedimento, alla fine, è finito archiviato, perché la magistratura italiana ha applicato il principio del "ne bis in idem", secondo cui nessuno può rispondere due volte per lo stesso fatto in un tribunale. Per questo i 44 tifosi del Feyenoord accusati per le devastazioni a Roma non saranno processati in Italia.

Nonostante le proposte, in particolare da parte del Codacons, che ricorda i danni che a causa dei supporters olandesi subì la storica Barcaccia di piazza di Spagna, e teme che i fatti possano rimanere senza un colpevole accertato, i tifosi non saranno portati in tribunale a Roma, ma in Olanda, dove la procura capitolina ha già spedito tutti gli atti dell'inchiesta.

I fatti su cui si incentra l'indagine sono quelli del 19 febbraio 2015, quando la polizia italiana si scontrò con gli hooligan, arrivati in città per il match con la Roma all'Olimpico, il giorno dopo gli arresti di 22 tifosi per altri problemi causati nella zona di Campo de' Fiori.

A settembre era arrivata la notizia di un processo avviato a Rotterdam per danneggiamento di patrimonio artistico, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 16/03/2016 - 12:48

...e ti pareva! Magari si beccheranno pure un indennizzo economico sancito dalla UE!

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mer, 16/03/2016 - 13:14

Questo è uno schifo che solo nell'Italia di oggi può accadere. Dopotutto siamo abituati a cose ben peggiori. Come suol dirsi: dovremmo averci fatto il callo. Ma, per quanti sforzi uno faccia, è impossibile arrendersi all'idea malsana del 'vivi e lascia vivere', anche se gli altri vivono e si comportano da barbari immondi. Provare a immaginare che cosa sarebbe successo agli stessi vandali se le loro scorribande fossero avvenute in Iran, Cina, Russia, Giappone o Arabia Saudita. La nausea è la reazione naturale che si prova oggi per la nostra Magistratura.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 16/03/2016 - 14:22

a degli amici che sono andati ad Amsterdam, alcuni ciclisti, gli hanno gridato di tutto perchè attraversavano sulla pista ciclabile senza dare la precedenza alle bici in transito....e menomale che non c'era un vigile. In Italia vige il menefreghismo per non dire l'anarchia. Già tanto che abbiamo ancora dei musei intatti e delle opere d'arti non distrutte totalmente.

ben39

Mer, 16/03/2016 - 15:44

Un gruppetto è già stato condannato dal tribunale olandese per oltraggio a pubblico ufficiale a un anno di reclusione circa e mesi di lavori sociali più divieto agli stadi e varie multe salate. Quello che invece non hanno fatto i magistrati olandesi riguarda i danni alla fontana.