La difesa e Shaqiri, due incubi per Mancini

Le hanno fatto gol tutte tranne Sampdoria, Empoli e Chievo, le ha segnato il Dnipro e il 16 luglio anche il Trentino team. In Germania c'era già stata il 14 agosto, 1-3 a Francoforte contro l'Eintracht. In mezzo e davanti qualcosa succede ma dietro proprio non gira, non è questione di modulo, la difesa è passata da tre a quattro ricevendo un'ulteriore proroga nei giudizi ma se sei di livello si capisce anche se giochi solo contro tutti. A riascoltarlo Andrea Ranocchia mette tenerezza: «Mi girano le scatole, ad ogni errore subiamo gol». Mancini ha detto che lui e Juan Jesus sono i migliori centrali che ha a disposizione. A prescindere che anche Chiellini e Bonucci in questa squadra farebbero medesime sciagure, è qui che l'Inter cerca soluzioni, una decina quelli che la prossima stagione salutano. Handanovic vuole la Champions, addio già scritto, in Inghilterra scrivono che Vidic torna in Premier, Jonathan è in scadenza come Campagnaro, se qualcuno si fa avanti Nagatomo lascia, Mancini se potesse Dodò lo investirebbe, eventualità da scartare perchè purtroppo il problema al ginocchio sinistro che lo ha costretto a lasciare anzitempo domenica sera potrebbe costringerlo ad andare sotto i ferri. Andreolli resta perchè fa gioco per le liste europee, giocatore locale A, viene dal vivaio.

Magari in un altro contesto si rianimano, ma una squadra che vive uno dei momenti peggiori anche con la sorte, non semplifica la faccenda. Il contrario di quanto accade al Wolsfburg: «Tutto mi sta girando benissimo - ha detto Kevin De Bruyne, due gol e un assist contro l'Inter -. Da quando sono arrivato tutto è perfetto, stagione eccellente, finora abbiamo perso solo cinque partite». Questi hanno esultato quando l'urna li ha abbinati all'Inter, dovrebbe bastare per ricompattare anche una brigata di reduci claudicanti. A parole l'Inter sta preparando la madre di tutte le partite, Mancini ha detto che forse è stato troppo ottimista ma che «si può tranquillamente vincere due a zero a patto di non prendere gol».

Se Shaqiri non ce la fa, oggi l'ecografia, ecco Hernanes o Kovacic, due con la valigia sul letto. Carrizo al momento è confermato.