Domani la Finale per l'ambita Coppa che viene dall'Italia

La FIFA World Cup, il trofeo più ambito in ambito calcistico, parla italiano. Ecco qualche curiosità sulla Coppa che ogni calciatore spera di poter alzare al cielo nella sua carriera e che viene prodotta ad un paio di minuto da Milano

La Coppa del Mondo viene prodotta in Italia, nel Milanese

Che il Made in Italy vada, nonostante la crisi, forte in tutto il Mondo non è certo una notizia da prima pagina. Ma tra i manuffatti prodotti nello stivale, uno in particolare torna a far parlare di sé proprio in questi giorni.

Si tratta della Coppa del Mondo, che verrà assegnata domenica 13 Luglio alla vincente tra Germania e Argentina. Alta soltanto 36.8 cm, con una base circolare del diametro di 13 cm, è realizzata completamente in oro massiccio. Il suo peso è esattamente di 6 chili e 175 grammi, per un valore stimato attorno ai 150 mila euro.

Dopo la definitiva assegnazione della Coppa Rimet al Brasile, grazie al titolo vinto nel 1970, la FIFA diede l'incarico all'azienda Gde Bertoni, con sede a Paderno Dugnano, di dare forma al progetto disegnato da Silvio Gazzaniga. Un vera e propria opera d'arte, che a partire dal 2006 viene riprodotta seguendo il modello originale per essere consegnata alla squadra vincitrice.

Questo accorgimento è stato necessario dal momento che in passato i vincitori conservavano il trofeo per quattro anni presso la propria Federazione, e non di rado è capitato che fosse danneggiato. Ovviamente le eventuali riparazioni sono state prese in carico dalla stessa ditta. Inoltre la Gde Bertoni produce, a partire dal mondiale francese del 1998, anche le medaglie d'oro che vengono conferite alla squadra vincitrice. Una prestigiosa responsabilità che l'azienda milanese è orgogliosa di prendersi, facendo risaltare il tricolore anche al di là dei meriti sportivi, in questa edizione ben deludenti