Domani al via i quarti, è Europa Vs Sud America

Da domani al via i quarti. Otto le squadre a giocarsi la Coppa ed è perfetta parità tra europee e sudamericane (anche se la Costa Rica rientrerebbe più correttamente nella zona Concacaf)

Quarti di finale: è scontro Europa-Sud America

Dopo l'eliminazione di tutte le squadre africane (quelle asiatiche era uscite ben prima) rimaste, agli ottavi di Finale, il calendario dei quarti del Mondiale di calcio che si sta disputando in Brasile si presenta equamente diviso tra squadre europee e compagini sudamericane (anche se la Costa Rica nominalmente farebbe parte della zona centro-americana).

Le 8 squadre in lizza, cosa assai singolare, sono tutte le vincitrici dei rispettivi gironi; se pronosticare la presenza ai quarti di squadre come il Brasile di Neymar, l'Argentina di Messi e la Germania di Muller era piuttosto semplice (sono state poste dai Bookmakers e dagli addetti ai lavori tra le principali pretendenti al titolo già prima dell'inizio della manifestazione) la stessa cosa non può essere detta per la Francia (che arriva da anni di delusioni e che ha dovuto rinunciare alla presenza di Ribery alla vigilia del Mondiale) e per l'Olanda (arrivata in finale nello scorso Mondiale ma comunque non indicata tra le favorite di questa edizione, dopo un Europeo assai deludente). Vere e proprie sorprese sono la Colombia, considerata un'ottima squadra ma orfana di un giocatore capace di segnare in qualsiasi momento come Falcao e, soprattutto, la Costa Rica, uscita trionfalmente da un girone che la doveva vedere come cenerentola, al cospetto di compagini come Italia, Uruguay e Inghilterra. Ai quarti è giunto anche il Belgio, squadra destinata ad un grande futuro perché imbottita di giovani dalle grandi speranze ma che per la presenza, appunto, di un'età media piuttosto bassa, sembrava destinata a soccombere contro avversari sicuramente più esperti e abituati ai livelli di stress che la competizione comporta inevitabilmente.

Gli incroci dei quarti presenteranno sicuramente due sfide di alto profilo; la prima è Germania-Francia che, se disputata ad inizio Mondiale avrebbe visto sicuramente la squadra tedesca favorita, ora sembra apparire decisamente più equilibrata, visto l'ottimo rendimento della squadra di Deschamps, dimostrato anche nella partita disputata agli ottavi contro la Nigeria. La Germania, dal canto suo, pur avendo meritato la vittoria contro l'Algeria ha dovuto faticare più del previsto, denunciando qualche limite di troppo in difesa. Affascinante sarà sicuramente anche il match che vede contrapporsi Brasile-Colombia che si disputerà a Fortaleza; la Colombia ha espresso fino ad ora un ottimo gioco e, soprattutto, ha trovato un giocatore in grado di non far rimpiangere Falcao, James Rodriguez, capocannoniere attuale del torneo, con 5 reti realizzate. Il Brasile, dal canto suo, continua a portarsi dietro i dubbi legati ad un attacco sterile che, quando non supportato dalle giocate di Neymar, appare incapace di offendere, soprattutto a causa di un deludente Fred.

Più sbilanciate appaiono le altre due sfide; Olanda-Costarica e Argentina-Belgio vedono favorite, rispettivamente, la squadra europea e quella sudamericana, che potrebbero dar vita ad una grande sfida in semifinale.