Doping, l'agenzia mondiale chiede una pena più alta per la Kostner

Una squalifica da due a quattro anni: è questo quello che merita Carolina Kostner, coinvolta nella vicenda Schwazer, secondo l'agenzia mondiale antidoping

Dieci giorni fa era stata la Procura antidoping del Coni ad appellarsi al Tas (Tribunale arbitrale dello sport di Losanna), ritenendo insufficiente la squalifica inflitta a Carolina Kostner nell’ambito della vicenda del suo ex fidanzato Alex Schwazer. Ora si apprende che anche l’Agenzia mondiale antidoping (Wada) ha presentato appello al Tas per chiedere una squalifica maggiore per l'atleta azzurra: da due a quattro anni di stop, anziché i sedici mesi che le sono stati comminati (pena inferiore a quanto previsto dal codice Wada). La pattinatrice altoatesina il 16 gennaio scorso era stata squalificata dalla Seconda sezione antidoping del Coni perché aveva ritenuto la Kostner complice del tentativo di elusione del controllo antidoping dell’ex fidanzato Schwazer il 30 luglio 2012 a Oberstdorf. Nella stessa serata Schwazer era stato sottoposto a controllo e risultato positivo all’Epo.

Commenti
Ritratto di GWENDOLIN

GWENDOLIN

Mar, 10/03/2015 - 18:23

E i nostri sbarbatones del coni che fanno DORMONO e si fanno portare via una pattinatrice (l'unica ) senza muoversi Penosi......Gwendolin

cicero08

Mar, 10/03/2015 - 19:37

X GWENDOLIN: ma non dimentichi che alcuni tra quei dirigenti sono stati complivi in pratiche di doping illecite di decine di atleti. Ergo cercano di coprire se stessi.....

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mer, 11/03/2015 - 07:32

La kostner e' una ex pattinatrice. Pertanto la squalifica, qualunque sia la durata, e' di fatto sinbolica e non impedira' alla nostra esibizioni televisive o partecipazioni all'isola dei famosi o similari.