Douglas Costa: "Sputo a Di Francesco? Non ero in me"

Douglas Costa tenta di spiegare lo spiacevole accaduto nei confronti di Di Francesco lo scorso 16 settembre: "Non ero in me"

"È stato un giorno poco felice, non ero in me. Non avevo mai fatto una cosa del genere in 10 anni di carriera". Così Douglas Costa tenta di giustificarsi per quanto accaduto lo scorso 16 settembre nei confronti di Di Francesco nel match tra Juventus e Sassuolo (LEGGI QUI), quando il giocatore neroverde ha ricevuto uno sputo in faccia dal brasiliano. Un gesto che gli è costato ben 4 giornate di squalifica e l'esclusione dalla convocazione con la Seleçao: "Ho parlato con il club e con il ct, lui mi ha detto quello che pensava e io lo rispetto molto e mi sono scusato per quello che è successo, ma ora spero di lasciarmi tutto alle spalle".

Douglas Costa: Brasile e l'ombra di Russia 2018

Sul ritorno in verdeoro, Costa ha dunque dichiarato: "È sempre stato un sogno far parte della Nazionale. Cerco sempre di conquistare più spazio, quello che voglio è giocare per il Brasile nei prossimi anni perché per un calciatore è la più grande soddisfazione". Sull'ombra rimane la delusione del recente Mondiale: "Pensare a Russia 2018 fa ancora male, c'erano grandi aspettative. Ma adesso dobbiamo concentrarci sulla Coppa America 2019, si giocherà in Brasile e dobbiamo fare bene lì".

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 16:37

nessuno se ne è meravigliato visto la maglia che indossa!