Dr ora scommette su city-car e Suv L'accordo con le cinesi Chery e Jac

Dalla piccola Dr0 Wr a Dr6. Le potenzialità del crossover Dr3

Giulio Emiliani

Torna il Motor Show e torna alla ribalta Dr, l'azienda, fondata 10 anni fa a Macchia d'Isernia, da Massimo Di Risio, un marchio che ha inaugurato la collaborazione tra l'industria automobilistica italiana e quella cinese, una prima assoluta che adesso si concretizza in un'ampia gamma di veicoli frutto di due joint-venture, quella, storica, con Chery, e quella più recente che nasce da una partnership con Jac. Ecco allora una gamma di vetture, per la maggior parte Suv e crossover, modelli dei quali Di Risio ha individuato con grande anticipo il potenziale di sviluppo, soprattutto per quanto riguarda le versioni a due ruote motrici. Ed è una gamma contraddistinta dalla grande accessibilità testimoniata da Dr0 Wr, l'unico modello attualmente commercializzato tra quelli esposti al Motor Show, proposto a un prezzo inferiore a 8mila euro nella versione base.

A fare da apripista del rilancio della marca isernina è la quinta versione del cavallo di battaglia di Dr, il Suv Dr5, al quale seguiranno i crossover Dr3, Dr4 e Dr6. Tutti i modelli saranno disponibili anche con cambio Cvt e alimentazione bi-fuel, Gpl e metano. Il partner per la fornitura degli impianti continuerà a essere Brc con il quale Dr ha consolidato una collaborazione decennale. Come sempre, in perfetta filosofia Dr, l'intera gamma sarà full optional di serie e non supererà, con Dr6, i 19.900 euro. I nuovi modelli, che vanno ad aggiungersi all'attuale city-car Dr0, saranno equipaggiati con il top della tecnologia, soprattutto in fatto di sicurezza attiva e passiva, un impegno confermato dall'allestimento di Dr5 Evo. Dal 2017, Dr5 Evo sarà affiancata da tre crossover che crescono nelle dimensioni seguendo la loro numerazione crescente.

Dr3, probabilmente il modello più innovativo, è un crossover compatto (lungo 4,2 m, largo 1,76 e alto 1,57), dalla linea molto accattivante, che monterà un motore 4 cilindri 1.4 da 109 cv. Dr4 è leggermente più grande con un motore 1.6 da 120 cv. Completerà la gamma Dr6 (4,5 metri di lunghezza) spinta da un motore 2.0 da 137 cv. I prezzi dovrebbero essere racchiusi tra 14.980 euro di Dr3 e 19.980 di DR6. Dr, in Italia, conta una sessantina di concessionari che, in breve, dovrebbero raddoppiare.