A due punti dal Brasile: l'Italia batte la Bulgaria

Vittoria di misura degli azzurri grazie alla rete di Gilardino. Italia a sette punti dalla Bulgaria quando mancano ancora tre partite alla fine del girone

Gila-gol e Super-Buffon. L’Italia batte 1-0 la Bulgaria e vede il Brasile sempre più vicino, ma quanta sofferenza al Barbera di Palermo per strappare tre punti fondamentali in chiave qualificazione. Non bella, ma concreta e alla fine vincente la squadra azzurra, va bene anche così vista la posta in palio e le tante assenze (Balotelli, Osvaldo, Marchisio, Montolivo). Prima del fischio d’inizio arriva la notizia della vittoria dell’Armenia in Repubblica Ceca, risultato a sorpresa e che fa comodo ad azzurri e bulgari.

Si comincia con Prandelli che sceglie la soluzione più offensiva, optando per Insigne che vince il ballottaggio con Giaccherini e che con Candreva si piazza alle spalle di Gilardino. Per il resto tutto confermato con capitan Buffon che colleziona la presenza numero 135 in azzurro, portandosi a -1 dal recordman Fabio Cannavaro. Penev schiera la Bulgaria con il 4-1-4-1, Tonev è l’unica punta. Iniziano bene gli azzurri, Gilardino ci prova subito ma il suo destro non spaventa Mihaylov. È solida la squadra bulgara, chiude gli spazi e prova anche a costruire gioco mettendo in difficoltà il centrocampo azzurro che, in fase difensiva, si dispone con Pirlo alle spalle di una linea a 4 che ha in Candreva e Insigne gli esterni. Ci provano dalla distanza Medelev e Manolev, nessun problema, poi dopo un tentativo di Pirlo è Tonev a impegnare Buffon. Insigne prova a vivacizzare la manovra azzurra cercando l’invenzione sulla sinistra, prima serve De Rossi (alto) poi costringe un goffo Mihaylov in angolo. Buon momento per l’Italia che al 38’ passa: Thiago Motta serve Candreva, cross dalla sinistra e Gilardino di testa mette dentro. Azzurri in vantaggio, 19esima rete in Nazionale per Gilardino che raggiunge Bettega e si porta a -1 da Paolo Rossi. Sulla sinistra sfonda anche Antonelli, ma il primo tempo si chiude sull’1-0.

Nella ripresa ci prova subito Gila, ma la Bulgaria non ci sta e mette sotto gli azzurri. Al 3’ Buffon inizia il suo show dicendo "no" alla deviazione di Popov da due passi. Il capitano si ripete al 16’, stesso copione sul neo-entrato Rangelov. Assedio bulgaro, anche perché Antonelli è fuori per infortunio (lo sostituirà Astori) ma Buffon è insuperabile e dice ancora no a Rangelov. Si soffre anche se al 28’ Gila ha la palla del 2-0, ma Bodurov salva a porta vuota dopo lo svarione di Mihaylov. Stringono i denti gli azzurri, si compattano, entrano anche Giaccherini e Maggio, la Bulgaria continua a provarci anche al 94’, ma non passa. Il gol di Gila e le parate di Buffon, l’Italia soffre ma vince grazie a due campioni del mondo. Adesso il Brasile è davvero a tre passi, martedì c’è l’ostacolo Repubblica Ceca, potrebbe arrivare a Torino il pass per il Mondiale.

Commenti

linoalo1

Sab, 07/09/2013 - 09:43

Proprio una bella Italia!E Gilardino,l'incapace,esulta per un gol che,dato il suo ruolo,non poteva sbagliare.Ricorderò sempre le 'cappelle' che ha fatto negli anni passati!Per questo non esulto per il suo goal!E' pagato,e non poco, per fare questo e guai se non lo facesse!Lino.