Duro attacco di De Laurentiis a De Magistris: è scontro totale

Dura invettiva della società azzurra contro il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, sulla gestione stadio e sull'azione amministrativa del primo cittadino partenopeo

Ormai è scontro totale tra Aurelio Laurentiis e Luigi De Magistris, altra dura invettiva del presidente del Napoli sulla gestione amministrativa del sindaco di Napoli.

Non si erano mai amati De Laurentiis e De Magistris, riappacificati momentamente soltanto dal Napoli in piena lotta scudetto. Divisi da sempre sulla manutenzione e sulla ristrutturazione dello stadio San Paolo, sempre più malandato, i due sono sempre più ai ferri corti dopo le ultime vicende estive.

L'acquisto a sorpresa del Bari e le lodi in pubblico al sindaco Pd del capoluogo pugliese Antonio Decaro ''avessimo noi a Napoli un sindaco cosi'' insieme alle dichiarazioni sullo stadio San Nicola, ritenuto dal patron ''cento volte meglio del San Paolo'' avevano acuito lo scontro. Da parte sua De Magistris aveva risposto accettando l'invito in curva B, frangia del tifo in perenne scontro con la società, dichiarando che non avrebbe mai più seduto di fianco al presidente del Napoli.

Fino al duro comunicato di ieri, ultima puntata di uno scontro ormai senza esclusioni di colpi. Sotto attacco De Magistris sulla gestione stadio che ''caso unico in Italia, da anni versa per esclusiva responsabilità del sindaco e dei suoi collaboratori in una situazione di umiliante degrado, creando alla società e alla città un enorme danno di immagine''.

La critica diventa ancora più feroce quando si parla dell'azione amministrativa del sindaco, il quale non farebbe nulla per ''provare a rimediare agli innumerevoli disastri amministrativi della sua gestione (dal sudiciume di una città invasa dai rifiuti alla incapacità di vendere i beni pregiati del patrimonio disponibile,salvo consentire alla partecipata Mostra d’Oltremare di svendere l’Arena Flegrea; dal disastro dei trasporti pubblici, perpetrato al cospetto di turisti inorriditi da un simile livello di inefficienza, alla incapacità di chiudere i cantieri, come il recente caso di via Marina dimostra con irrefutabile e imbarazzante evidenza; e si potrebbe continuare a lungo)''.

Non si farà attendere la risposta del sindaco De Magistris, che fuori città per impegni istituzionali non sarà presente stasera allo stadio per la sfida contro il Milan, ma ha dichiarato che sarà in curva B per il match in casa contro la Fiorentina. Dubbia invece la presenza di De Laurentiis stasera, sempre più in rapporti complicati sia con il sindaco che con il pubblico di Napoli. In attesa di una nuova puntata di uno scontro sempre più acerrimo.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 25/08/2018 - 12:32

Spero che De Laurentis venda al jongodon di turno e li lasci finire in setie b insieme al sindaco che si sono votati.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 25/08/2018 - 12:34

Ma il "De chissenefrega" cosa fa?

Yossi0

Sab, 25/08/2018 - 12:43

Ma giggino quando va allo stadio paga il biglietto o fa parte degli invitati ?

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Sab, 25/08/2018 - 12:56

Boni tutti e due... Te li raccomando. Però se questi sono quelli che piacciono ai napoletani... Nulla da eccepire, d'altronde ognuno ha quello che si merita. Per esempio a Roma abbiamo la Raggi che se paragonata a De Magistris risale di qualche punto.

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Sab, 25/08/2018 - 13:52

De Magistris fuori per incontri istituzionali? Quello già sta vedendo di lasciare Napoli dopo le condizioni in cui ha ridotto la città. Giusto in curva b puoi andare in mezzo ai suoi simili.

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Sab, 25/08/2018 - 13:59

ADL è un ottimo uomo d'affari mentre De Magistris è uno scaltro profittatore.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Sab, 25/08/2018 - 15:12

questo dal sudiciume di una città invasa dai rifiuti alla incapacità di vendere i beni pregiati del patrimonio disponibile,salvo consentire alla partecipata Mostra d’Oltremare di svendere l’Arena Flegrea; dal disastro dei trasporti pubblici, perpetrato al cospetto di turisti inorriditi da un simile livello di inefficienza, alla incapacità di chiudere i cantieri, come il recente caso di via Marina dimostra con irrefutabile e imbarazzante evidenza; e si potrebbe continuare a lungo)''.si potrebbe attribuire a de magistris , ma che De Laurentis , sia un truffatore che non paga pigione , da decenni, e non paga i servizi , pur se non tanto precisi, é pure causa del malcontento di due personaggi equivoci quanto il cartaceo di berlusconi.

giovanni235

Sab, 25/08/2018 - 16:37

De Laurentiis non perdere tempo per un nulla come De Magistris.Tu sei De Laurentiis,lui è il flop in persona.