"Dybala, una stella operaia". Barcellona a processo

Per i media iberici l'alunno ha superato maestro Messi. Nervi tesi tra Luis Enrique e la squadra

Torino Mezzora di discorso. Prima dell'allenamento. Squadra a rapporto, insomma. In un'atmosfera tesa, raccontano. Perché il Barcellona deve ancora dimostrare di crederci, senza farsi scivolare addosso il secondo, clamoroso, ko consecutivo nelle trasferte di Champions. E se un primo miracolo è arrivato, ribaltando lo 0-4 contro il Psg, non tutti paiono altrettanto fiduciosi circa la possibilità di ripetere l'impresa mercoledì prossimo al Camp Nou. Secondo la stampa spagnola, i rapporti tra Luis Enrique e i suoi giocatori sarebbero nuovamente tesi: alcuni di loro non avrebbero gradito le accuse dell'allenatore che ha parlato di scarsa intensità. Secondo Marca, invece, dopo la disfatta di Parigi furono i giocatori a rimproverare all'allenatore alcune scelte: lo stesso Messi, sempre secondo i media spagnoli, aveva stilato una specie di elenco dei bocciati in seguito alla sconfitta di sabato sul campo del Malaga.

Insomma: la serenità non abita più qui e la Juve che mercoledì si ritroverà di fronte Busquets e probabilmente anche Arda Turan - potrebbe approfittarne. «Dopo il risultato dell'andata, sarà facile per loro gestire la situazione queste le parole di Robert Fernandez, ds dei blaugrana -. Ci costringeranno a venire avanti, ma dobbiamo avere fiducia nelle nostre qualità». Anche se «la Juventus è più esperta del Psg, ha saputo sfruttare le nostre debolezze e potrà farlo di nuovo».

Chissà insomma se ci credono e ci crederanno davvero, Messi e compagni. Il tutto, dopo che la stampa iberica ha celebrato il trionfo juventino. «Dybala e Buffon firmano il naufragio del Barça», ha scritto Marca. «La mezza punta argentina è la massima espressione di questa Juve brillante e combattiva. Perfino la sua stella lavora come un operaio qualsiasi quando la palla è tra i piedi dei rivali». Poi, su Buffon: «Sull'1-0 i riflessi del mito hanno evitato il pareggio. La storia sarebbe stata molto diversa senza la grande parata di Gigi». «La Joya brilla davanti a Messi» è stato invece il titolo della pagina dedicata a Dybala dal Mundo Deportivo: «L'alunno ha messo ko il Barça con due gol nei primi 22', dimostrando classe enorme e grande proiezione futura». «Dybala si infila nell'incubo del 'Jefecito'» il titolo di Sport, pungente nei confronti di un Mascherano «superato in quasi tutti i duelli. Il suo rendimento (di Dybala, ndr) e i margini di miglioramento fanno sì che continuino i paragoni con Messi».