E il Milan vola in Sardegna per Diego Costa Sanches apre

Se l'estate 2017 potrebbe essere ricordata come quella più elettrizzante degli ultimi venti, trenta, quarant'anni in parte lo si deve anche al Milan che non si ferma. Il ds Mirabelli e l'ad Fassone sono volati fino in Sardegna per piazzare il grande colpo all'attacco. Questa volta, però, non si è parlato dei vari Belotti, Aubameyang, Kalinic bensì di un nome nuovo: Diego Costa. Sarebbe proprio questo il motivo del viaggio dei due dirigenti rossoneri, i quali avrebbero incontrato il procuratore del centravanti spagnolo (e di quell'Andrè Silva sbarcato quest'estate a Milano), ossia Jorge Mendes; e hanno approfittato dell'occasione per parlare pure di Renato Sanches.

Entrambi, lo spagnolo e il portoghese, sono collocati nella casella delle uscite dai rispettivi club. A differenza di Sanches, che ieri ha aperto al Milan («opzione interessante, voglio giocare di più») Costa è fuori dai piani di Conte e del Chelsea tant'è che è stato escluso dalla tournèe americana (ieri Blues sconfitti 3-2 proprio dal Bayern di Sanches e Ancelotti nel derby tra tecnici italiani). Dura portarlo al Milan, anche perché lo spagnolo ha manifestato più e più volte il desiderio di tornare all'Atletico Madrid, ma i colchoneros in estate hanno il mercato in entrata bloccato. E se il duo Mirabelli-Fassone avesse convinto lo scorbutico Diego?

Tra le big, Juve torna su Matuidi e tenta l'assalto a Manolas per il dopo Bonucci; dalla Spagna rimbalza la voce di un'offerta al Valencia per Joao Cancelo e per Garay.

Commenti

LucaRA

Mer, 26/07/2017 - 13:52

Tranquilli, avete già vinto il quinto scudetto estivo di fila