E ora fa capolino C4 Cactus Domina la formula crossover

I piani del marchio da Linda Jackson e Xavier Peugeot

Parigi Da una parte, la tenace Linda Jackson, ad di Citroën nel Gruppo Psa; dall'altra, Xavier Peugeot, figlio di Pierre e fratello di Thierry, entrambi ex presidenti del consiglio di sorveglianza dell'azienda, rappresentante dell'ottava generazione della famiglia di industriali dell'auto, ora direttore prodotto di Citroën («a lavorare in Psa siamo tre, con Charles al prodotto Ds e Sophie che si occupa di stile»).

La manager britannica e il Peugeot che lavora in Citroën, in pratica i vertici del Double chevron, hanno colto l'occasione del lancio della C4 Cactus per spiegare come intendono sviluppare il marchio e puntare sempre più a porre le persone al centro di tutti i servizi. «Citroën - ha puntualizzato monsieur Peugeot - fa leva su due grandi doti che la contraddistinguono: la capacità di sovvertire un po' i codici e di cercare una maggiore originalità; il fatto di essere un punto di riferimento in termini di comfort».

Linda Jackson, che ha battezzato la nuova C4 Cactus (ridimensionati gli Airbump sulle fiancate allo scopo di conferire alla vettura un aspetto più filante) non ha avuto problemi a definire il modello come «vettura compatta più confortevole sul mercato» e che «creatività e audacia sorprenderanno il pubblico». Un crossover, insomma, capace «di infondere benessere psicologico, coerente e subito riconoscibile come Citroën». «Ecco il nuovo volto di un marchio - ha aggiunto la manager - che nel 2020 intende vendere nel mondo 1,6 milioni di autoveicoli, in pratica il 30% in più».

Progetti ambiziosi, dunque, incluso quello di portare Citroën nella «Top 3» dei brand più raccomandati dai clienti. E C4 Cactus, in proposito, avrà un ruolo sicuramente importante, grazie anche al maggior «peso» assegnato al frontale, nella cui parte alta si trovano i nuovi fari diurni a Led con gli Chevron cromati che si allungano e ne avvolgono il profilo.

Anteprima europea per le sospensioni dotate di smorzatori idraulici progressivi che fanno provare agli occupanti, nei percorsi su strade irregolari, il cosiddetto effetto «tappeto volante».

Nuova Citroën C4 Cactus propone 12 sistemi di assistenza alla guida capaci di aiutare il conducente in ogni momento della sua esperienza al volante. Nell'abitacolo la seduta morbida è garantita nel tempo e materiali fonoassorbenti giovano al benessere di chi viaggia. E ora i sistemi di assistenza alla guida, tra i quali la frenata d'emergenza, il segnalatore dei limiti di velocità, l'avviso di superamento della linea di carreggiata, il park assist e la chiamata d'emergenza. Presente, come ovvio, tutta quanto serve per la connettività. Sei motorizzazioni (4 a benzina Pure Tech da 82 e 139 cv) e due diesel BlueHdi di 100 e 120 cv.

PBon