E TWITTER DIVENTA «GIUDICE DI LINEA»

9 HAMILTON Primo Meno male che la dea bendata non è uber alles, non è cieca ma ci vede benissimo. Perché ad un certo punto era diventato troppo. Primo via: Lewis parte bene e si mette subito dietro Hulkenberg e persino Vettel partito da schifo. Alla ripartenza dietro safety dopo l'incidente di Kimi, di nuovo: sembra un barbatrucco. In poco tempo è secondo. Inizia la caccia a Rosberg. Però il team lo tiene in pista 5 giri in più, però il team gli sbaglia il pit e lo fa lungo il doppio. Però poi la dea bendata che ci vede benissimo fa fuori il cambio di Rosberg. Tieh! Niente dieci perché l'errore di ieri in qualifica non è cancellato.
10 BOTTAS Secondo Altro podio dopo Zeltweg. Che ci abbia preso gusto? Nel dubbio, è nata una stella. Scattare quattordicesimo e finire secondo, non è cosa da pincopalla delle piste.
7 RICCIARDO Terzo E quarto podio dell'anno, terza posizione nel mondiale, Vettel ancora dietro e pirlato. Ormai è una realtà. Come reale è che la Red Bull abbia un nuovo pupillo.
8 BUTTON Quarto In nome del padre. Ha corso per tutto il week end con il casco rosa dedicato al Grande Puffo: cioè papà John, scomparso a inizio anno. Un gran pilota Jenson, una grande uomo.
7 VETTEL Quinto Parte male, lo passano le due McLaren, lui si sveglia e rimane allertato anche dopo la ripartenza. Dal 34, lui contro Alonso: in palio una misera quinta piazza. Lo passerà al 47, tenendo giù sul rettilineo e alla Copse. Ci vuole fegato. Gran duello. Se non fosse per le lamentele isteriche sue e di Alonso alla radio. Sembravano due scolari che vanno ogni momento dalla maestra….
7,5 ALONSO Sesto Gara da 8. Per caparbietà, grinta, coraggio. Ma la sciocchezza al primo via, quando si è allineato mezza macchina avanti rispetto alla riga della sua piazzola, è da debuttante. Cinque secondi di penalità scontati al pit stop dopo la ripartenza.
SV MASSA Ritirato Sfortunato ma bravo a evitare Raikkonen che girava e girava e sbatteva e sbatteva su una Ferrari impazzita. Vede all'ultimo, coperto com'era da una Caterham, il finnico in mezzo alla pista, inchioda come in autostrada e sterza verso destra ma niente. Sbatte. Botto ieri, botto venerdì. Per festeggiare il Gp numero 200 voleva i fuochi d'artificio. Li ha avuti.
3 RAIKKONEN Ritirato Parliamone. Si profila un caso umano. Giovedì ha annunciato voglia grande di pensione. Ieri ha commesso errore grande da principiante, tornando in pista a missile dopo essere andato largo alla curva 5 e rimbalzando tra cordolo e avallamento e comunque sapeva che lì non era liscio a specchio. Poteva ammazzarsi e ammazzare. Solo paura e lividi per lui. E paura grande della Ferrari: che ha capito di avere in casa quasi un ex pilota.
8 ROSBERG Ritirato Finché la dea bendata non ha rimesso a posto le cose, Nico aveva fatto gara ineccepibile, dopo qualifiche ineccepibili. Ha la testa da mondiale. Basterebbe che la Mercedes la piantasse di privilegiarlo e magari verrebbe anche voglia di dirgli bene, bravo, bis.

Twitter ha messo il proprio cinguettio nel mezzo del Gp d'Inghilterra. È successo quando l'immagine di Alonso sulla griglia di partenza oltre la propria linea è rimbalzata sul social arrivando anche ad alcuni team. Che hanno avvisato la direzione di corsa. Si spiegherebbe anche così il ritardo di oltre un'ora nell'infliggere la penalità di 5”.