EURODELIRI

Guai a spegnere la tv dopo l’abbuffata di calcio giocato. Alle undici e rotti della sera su Raiuno va in onda Euronotte la più esilarante fra le trasmissioni sportive quotidiane. Basti dire che Teo Teocoli, l’unico con la licenza di umorista e in forma da Mondiale più che da Europeo, è quello che fa ridere meno. Sentire per credere qualche amenità sparsa del dopo Italia-Romania. Sandro Mazzola: «Cambiando cinque elementi, era impossibile fare una grande partita». Jacopo Volpi: «Noi siamo ottimisti, non sappiamo perché, ma siamo ottimisti». Le pagelle di Carlo Nesti hanno voti da Architettura sessantottina: «Buffon 8; Grosso 7 1/2; Panucci 7; Cassano 7; Toni 6 1/2; Donadoni 6». Eppure per Walter Novellino è troppo poco: «A Donadoni darei mezzo punto in più». Daniele Tombolini alla moviola: «Questo episodio è stato visto e rivisto, ma va ancora semaforizzato. Nel pomeriggio sono stato impegnato per migliorare qualcosa nel congegno del semaforo, qualche cosa non funzionava». Novellino bis: «L’Italia è una squadra fortissima». Giampiero Galeazzi: «Donadoni mi è piaciuto, è riuscito a buttar via due anni di lavoro, ma lo dico molto positivamente». Novellino ter: «Ho cinquantaquattro anni e non ho un capello bianco. Non mi tingo i capelli». Novellino quater: «Donadoni sa far benissimo il commissario tecnico e l’ha dimostrato stasera». Che sganasciate, meglio di La sai l’ultima? Chissà, forse è l’Italia, mica l’Olanda, che ha vinto 4-1.

Video che ti potrebbero interessare di Sport