Europa League, Fiorentina-Basilea 1-2

I i viola sono passati in vantaggio al 4' con Kalinic. Nella ripresa però viene espulso al 66' Rodriguez nei viola e gli svizzeri pareggiano con il gol dell'ex Pescara Bjarnason al 71' e poi ribaltano il risultato con l'egiziano Elneny a undici dalla fine

Impegnato contro il suo passato, Paulo Sousa e la Fiorentina devono arrendersi per 2-1 nel match di esordio di Europa League che li vedeva opposti al Basilea. I viola passano in vantaggio dopo appena tre minuti grazie ad un gol di Kalinic in scivolata, con l’aiuto involontario di un tocco di mano. Nella ripresa i padroni di casa colpiscono subito un palo con Blaszczykowski, ma dopo 20 minuti rimangono in dieci a causa di un fallaccio di Rodriguez su Embolo. I toscani subiscono gli svizzeri in vantaggio numerico e dopo pochi minuti devono concedere il pareggio.

Gran tiro dell’ex giocatore del Pescara Bjarnason, che Sepe riesce solo a deviare sul palo interno prima di varcare la linea di porta. Una prodezza dell’egiziano Elneni, che fa partire un gran tiro dal limite dell’area regala la vittoria al Basilea.