Europei 2016, Islanda-Ungheria finisce 1-1

L'Islanda pareggia 1-1 con l'Ungheria nella seconda giornata del Gruppo F dopo aver cullato a lungo l'illusione dei tre punti

Dura fino a due minuti dal termine il sogno della prima vittoria a Euro 2016 per l'Islanda, che pareggia 1-1 con l'Ungheria nella seconda giornata del Gruppo F dopo aver cullato a lungo l'illusione dei tre punti.

Nel primo tempo aveva sbloccato il numero 10 Sigurdsson su rigore al 40', mentre a 180 secondi dal termine arriva lo sfortunato autogol di Saevarsson che fa esultare i tifosi magiari, vicini alla qualificazione agli ottavi. Nelle formazioni iniziali l'Islanda conferma il tandem offensivo composto da Bodvarsson e Sigthorsson, mentre tra gli avversari Priskin è preferito a Szalai. Nei primi minuti si fa vedere Bodvarsson di testa (palla alta), mentre al 17' Dzsudzsak ci prova dalla distanza: nessun pericolo. I magiari, reduci dal successo contro l'Austria, fanno girare bene la sfera ma non trovano varchi, con Kiraly che al 26' blocca facilmente Gunnarson. Al 31' occasione per l'Islanda, con Kiraly che respinge Kadar lanciato da Gudmondsson. A sette dall'intervallo Guzmics mura Sightorsson, mentre a cinque dal termine si sblocca il match. Kadar stende Gunnarson dopo una brutta uscita del portiere: Sigurdsson non sbaglia e sigla l'1-0 al Velodrome.

Nel secondo tempo pronti via e l'Ungheria protesta per un presunto fallo in area su Stieber, mentre al 15' la girata di testa di Sigthorsson è fuori bersaglio. Negli islandesi entra in campo Halfredsson, che mura subito dopo la bomba dalla distanza di Dzsudzsák. Quando mancano 15 minuti al 90' ci prova ancora Kadar, ma l'Islanda si chiude a riccio e spazza tutto. Nel finale i magiari pressano ala ricerca del pari e al 43' rimettono la gara in equilibrio. Il tonico Nagy manda al cross sulla destra Nikolic, Saevarsson spinge la palla in rete nel goffo tentativo di anticipare Böde, molto attivo dopo essere entrato in campo. Prima del fischio finale c'è spazio per un'ultima occasione per l'esperto Gudjohnsen: il suo tiro a botta sicura viene deviato in corner. Il 40enne Kiraly esulta, Lagerback deve rinviare l'appuntamento con la storia a si porta a quota due punti nel girone.