F1, Gp Cina: pole a Hamilton. Vettel è terzo

Sul circuito di Shanghai il pilota inglese conquista la terza pole position consecutiva, davanti al compagno di scuderia Rosberg. Dopo Vettel le due Williams, Raikkonen in terza fila

Hamilton e Vettel

Ancora una volta il più veloce è Lewis Hamilton. Il pilota inglese sigla il miglior tempo della seconda manche di qualifica del Gran premio di Cina, terza prova del Mondiale di Formula Uno in programma domani a Shanghai. Al volante della Mercedes ferma il cronometro a 1'36''423, davanti al compagno di squadra Nico Rosberg. Dietro le due Ferrari. Per il due volte campione del mondo si tratta della 41esima pole della carriera, tre su tre in questa stagione dopo Australia e Malesia.

Rosberg ha fatto registrare un distacco minimo (1'35''824, +0''042), mentre in seconda fila, col terzo tempo, la Ferrari di Sebastian Vettel è a quasi un secondo (1'36''687). A seguire le due Williams di Felipe Massa e Valtteri Bottas, solo sesto Kimi Raikkonen, che con l’altra Rossa partirà dunque dalla terza fila.

Restano fuori dalla lotta per la pole Pastor Maldonado (Lotus), Daniil Kvyat (Red Bull), le Toro Rosso di Max Verstappen e Carlos Sainz e Sergio Perez su Force India. Nella prima manche Nico Hulkenberg (Force India) primo degli esclusi un po' a sorpresa e ancora una volta eliminate le due McLaren di Jenson Button e Fernando Alonso, rispettivamente 17° e 18°, così come le Marussia di Will Stevens e Roberto Mehri.

"È andato tutto bene e il terzo posto era il massimo per noi". Vettel sorride dopo le qualifiche. "Sono contento, abbiamo utilizzato una strategia diversa nella terza manche delle qualifiche, impiegando solo una volta un set nuovo di gomme - dice il ferrarista -. Le Mercedes sono state un po' più veloci di quanto ci aspettassimo, ma noi abbiamo azzeccato tutto". In gara il gap tra le Frecce d’argento e le rosse potrebbe ridursi: "Dovremmo essere un po' più vicini. Quanto? Vedremo... Non vedo l’ora che cominci la gara, la prima curva non è lontana dal via", dice pregustando un attacco ai leader. E ancora: "Se le Mercedes litigano un po' alla prima curva, magari possiamo provare a superarle. Dal punto di vista del passo, Hamilton e Rosberg sono stati più veloci e magari lo saranno anche domani", dice il pilota di Heppenheim, che in gara spera di sfruttare il set di gomme morbide risparmiato nelle qualifiche. "Vedremo cosa succederà quando si spegneranno le luci del semaforo".

Lewis Hamilton è raggiante: "La Cina è un buon circuito per me, sento vibrazioni molto positive e la macchina si è comportata in modo fantastico, meglio che in Malesia. Il team continua a fare un lavoro fantastico, i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro portando dei miglioramenti per questo weekend", aggiunge il pilota inglese, che però tiene i piedi per terra in vista di domani: la qualifica di oggi "non vuol dire che abbiamo già vinto, sarà una gara lunga".

Commenti

linoalo1

Sab, 11/04/2015 - 12:12

Speriamo solo che il Gufo Montezemolo stia lontano e vedremo,quasi sicuramente,una Nuova Ferrari!

agosvac

Sab, 11/04/2015 - 14:33

Egregio linoalo1, Montezemolo non c'entra un bel niente così come non c'entra marchionne, ma le vorrei fare notare che Montezemolo ha vinto , da Presidente Ferrari, un casino di campionati sia ploti che costruttori. Non solo ma ha ricevuto, da Presidente, una Ferrari con metà degli operai in cassa integrazione e ha lasciato a Marchionne una Ferrari che è il marchio mondiale più conosciuto e più prestigioso in assoluto!!! Quando non si sa e non si conosce, è meglio stare zitti.

agosvac

Sab, 11/04/2015 - 14:46

Se le pole position contassero qualcosa, Senna sarebbe diventato campione del mondo per 10 volte invece che tre volte e Schumacher lo sarebbe diventato per venti volte invece che sette volte. Ma non è così. Le gare le vincono quelli che tagliano il traguardo per primi, non quelli che partono per primi!!! Il grande Schumi ha, in proporzione ai gran premi disputati, meno della metà di pole position ma ha più del doppio delle vittorie di Senna. Del resto anche in Malesia Hamilton era in pole, eppure è arrivato primo Vettel con la Ferrari. Quel che conta non è la velocità sul giro singolo, ma il passo gara e quello della Ferrari non è inferiore a quello di Hamilton. La gara è aperta, vincerà chi riuscirà a tagliare il traguardo per primo, non chi ha la pole position.