F1, la proposta di Ecclestone: "Al via un campionato per donne"

Il patron del Circus: "Così si attraggono soldi, sponsor e pubblicità e si rende più interessante il weekend di gara"

Bernie Ecclestone

Chi lo ha detto che "donne al volante" sono un "pericolo costante"? Di certo non Bernie Ecclestone che per attirare nuovi sponsor e migliorare lo show del Circus ha proposto un campionato di Formula 1 per sole donne.

"Ho suggerito ai team di fare un campionato a parte", ha detto l'ottuagenario patron alla stampa britannica dopo il gran premio della Malesia vinto dal tedesco Sebastian Vettel con la Ferrari. Le donne in effetti hanno già esordito in Formula 1 insieme agli uomini, ma finora hanno trovato poco spazio. È il caso di Susie Wolff, test driver della Williams e moglie del n.1 del capo della Mercedes, schierata dal suo team solo durante i test o nelle libere. Ecclestone vorrebbe fare proprio di lei la grande star di un eventuale campionato "rosa". "È una buona idea per dare una vetrina alle donne", dice Ecclestone, "Per qualche ragione le donne non riescono ad emergere e di certo non è perché noi non le vogliamo. Loro attirerebbero un sacco di attenzione, pubblicità e probabilmente sponsor. Da qualche parte dobbiamo iniziare e ho suggerito ai team di fare un campionato a parte. Forse in questo modo saremmo in grado di portarne qualcuna in F1. Potrebbero correre prima dell’evento principale, o forse il sabato nel giorno delle qualifiche così avrebbero un’attenzione tutta per loro. Al momento è solo un pensiero, ma sarebbe una cosa super per la F1 e per l’intero weekend di gara". L’idea però è già stata accolta con scarso entusiasmo dalla stessa Wolff: "Non mi sembra la strada migliore", ha detto la 32enne britannica.

Commenti
Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Lun, 30/03/2015 - 14:48

Non capisco la separazione per via del sesso; qui negli USA alle NASCAR races, le donne partecipano gia' fino dal 1976; Janet Guthrie fu la prima donna a partecipare battendo in posizione, legende come Dale Earnhardt. Nel 1989 fu Shawna Robinson a conseguire pole position in tre differenti corse. Caro Ecclestone, razistello contro il gentil sesso??

FRANZJOSEFF

Lun, 30/03/2015 - 15:16

QUANTO ATTRRAGGONO I CAMPIONATI FEMMINILI IN PUBBLICO E SOLDI? SONO METEORE QUANDO FANNO SPETTACOLO. PUO' DARSI CHE LE DITTE DI PELLETTERIA ABBIGLIAMENTO LINES NOTTE SONO MOLTO PIU' CONTENTE PERCHE' SONO SPECIFICHE LE MERCI DA PUBBLICIZZARE. E' SOLO POLITICA ECONOMICA. VEDETE QUANTE RAGAZZE SONO SCOMPARSE SONO METEORE. METTETE RAGAZZE AL GIRO DI ITALIA QUANTE AVREBBERO NOTORIETA'. DEL RESTO SE UNO VEDE IL TENNIS O PALLACANESTRO O PALLAVOLO FEMMINILE LI VEDE, COMPRESO IO, MA SE SI VUOLE FARE UNA SQUADRA MISTA SI FA SOLO PER SPETTACOLO O POLITICA TEMPORANEA. NON E' LA CD DISCRIMINAZIONE, PAROLA TROVATA IN FONDO AL VOCABOLARIO E SBANDIERATA DI NOTTE E GIORNO COMPRESE FESTE SANTIFICATE. E' ECONOMIA ECONOMIA LA SPORCA POLITICA ECONOMICA. QUANTO IO GUADAGNO? TUTTO SI RIDUCE A SOLDI. ALMENO IO LA VEDO COSI'

albertzanna

Lun, 30/03/2015 - 15:54

Sarebbe abbastanza se questo gnomo con caschetto e frangetta decidesse di tornare alle gare stile antico, basterebbe rifarsi all'epoca dei Schumacher, Hakkinen ecc, invece che la fiera degli o bei o bei attuale. A parte che nella F1 italiana una donna pilota c'è già stata.