Fancy Bear punta il dito: "25 calciatori hanno assunto sostanze vietate al Mondiale 2010"

Il team di cyberspionaggio, Fancy Bear, ha snocciolato i nomi di questi calciatori che avrebbero assunto sostanze vietate dalla Wada. Tra di loro Camoranesi e Iaquinta

Durante il Mondiale del 2010 in Sudafrica 25 calciatori hanno assunto sostante vietate dalla Wada. Ne è sicuro Fancy Bear, il team di cyberspionaggio, associato all'intelligence russa. In quell'edizione del Mondiale ci furono 700 giocatori convocati dalle 32 nazionali partecipanti e tra questi atleti che avrebbero assunto farmaci vietati ci sono anche due giocatori della nazionale italiana e tre di quella argentina.

Fancy Bear sostiene che 7 anni fa questi 25 calciatori assunsero sostanze vietate in quanto esentati per via di una malanno fisico o per via di una particolare condizioni fisica non ottimale. Si tratta di antinfiammatori steroidei o cortisonici utilizzati per il trattamento dell'asma bronchiale e di allergie di vario genere. Tra questi calciatori ci sono anche gli ex juventini Vincenzo Iaquinta e Mauro German Camoranesi e gli argentini Carlos Tevez, Diego Milito e Juan Sebastian Veron. In quell'edizione del Mondiale vinse la Spagna e non c'è nessun calciatore delle Furie Rosse coinvolto. Infine, gli hacker di Fancy Bear, sostengono come nel 2015 ci siano state 150 presunte positività, salite a 200 nel 2016: in questo caso, però, non sono stati snocciolati i nomi.