Il Faraone conquista S. Siro Ma che numeri Abbiati

7 ABBIATI Sarà stata l'andata alla Philips Arena ma quelli del Psv sono entrati in campo con un unico obiettivo: stangare in porta da qualunque zona del campo. Ci provano Rekik, Matavz, Maher, Depay, Schaars, niente, Willems prende la traversa. E quando Wijnaldum gli spara da quattro metri fa il numero. Per questa volta salvo.
6 ABATE Molto sulle sue, poche uscite, qualche sbavatura.
6 ZAPATA Questo non vince neppure un contrasto si sentiva gridare. È ingiusto, a volte lo vince.
6 MEXES Sembra sempre capitato lì per caso.
6 DE SCIGLIO Park Ji-Sung gira per il campo senza meta. Ogni tanto gli capita a tiro ma il coreano è furbo e cambia subito strada.
6 MONTOLIVO Alla mezz'ora ha la palla buona sul destro, appena dentro l'area, colpisce di collo ma non ha fortuna. Il resto è un onesto lavoro e niente più.
6 DE JONG Staziona sul mezzanino dell'area, chiede il biglietto, timbra, prende il numero, non gli scappa nessuno, una guardia perfetta. Poi però se gli chiedi di impostare fa segno di scorrere, non rientra nel repertorio.
6 MUNTARI Si vede meno del solito, segue come un'ombra Wijnaldum che non è esattamente l'ultimo arrivato. Gli concede una traversa e il saluto finale.
7 BOATENG Un destro con la partita ancora fredda che entra rasente al palo e sistema la faccenda. Poi gli sbatte il pallone sulle gambe, in piena area Psv, e resta immobile come un palo. Sarebbe bastato un niente per fare la doppietta, gli riesce nei minuti finali, è la rete che fa rotondo il risultato e comunque due dei tre gol da 30mln sono suoi.
6,5 BALOTELLI Si ciuccia un gol di testa solo in piena area, corre un decimo del fratello faraone e spesso fa l'apatico. Ma quando si muove palla al piede sembra che il prato e anche lo stadio si scuotano. Il gol sottoporta sta diventando una sua specialità.
7 EL SHAARAWY Gira al volo di sinistro e coglie la traversa. Si getta sempre con coraggio, calcia fuori una palla difficile e la gente lo applaude come se avesse fatto gol.
7 All. ALLEGRI Non ha messo in campo un Milan divertente, neppure devastante, però aveva una missione da compiere e nessuno può muovergli appunti. Il risultato è largo, forse troppo ma alla fine non ha corso rischi, si è chiuso perché ancora non si fida troppo, e fa bene. Terza partita ufficiale della stagione finalmente chiusa senza prendere gol. Qualcosa si muove, dai.