Faraone sempre più giù. E Napoli saluta Cavani

Calciomercato, è il giorno delle comproprietà. L'agente del rossonero: "Momento molto delicato". Striscioni contro il Matador. Higuain è dell'Arsenal

Qual è il problema con Ricardo Alvarez? È sul mercato da quando è arrivato all'Inter, prima i tifosi erano molto intrigati da quei 11,5 mln versati al Velez, poi lentamente l'argentino ha perso i contatti con la squadra ed è uscito dai radar anche per merito di una serie di infortuni. Era arrivato dopo una devastante rottura del crociato che lo aveva tenuto fuori da agosto a febbraio 2009, poi il ginocchio non ha mai smesso di torturarlo fino all'operazione di luglio scorso, due mesi di stop in piena preparazione estiva. Nel finale di stagione, improvvisamente impiegato con continuità, ha tentato fra i pochi di tenere in piedi l'Inter, l'ha messa dentro tre volte e si è preso anche qualche applauso.

Adesso è nuovamente pesantemente sul mercato, chiesto da Massimiliano Allegri che punta a rilanciarlo, e scambiarlo con Antonio Nocerino, 28 anni. I tifosi si chiedono quando partirà questo interessante progetto giovani. Nell'Under 21 vice campione d'Europa, Bardi, Biraghi, Caldirola e Bianchetti, l'intero pacchetto difensivo, è a zero presenze in serie A, in compenso Giulio Donati è stato ceduto al Bayer Lewerkussen per 3 mln, fortemente voluto dal ds Rudy Voeller. Però è stato riscattato Luca Caldirola e sono state rinnovate le comproprietà di Tassi, Krhin, Garritano e Livaja, Ibrahima MBaye lo cerca mezza serie A, Alfred Duncan sta per volare in Premier league. L'Inter è solo un esempio, il più clamoroso. Mazzarri deve vincere subito, anche Josè Mourinho doveva vincere subito e quando ci è riuscito ha scoperto che il più giovane al Bernabeu era Wesley Sneijder, 26 anni, tutti gli altri sulla trentina abbondante e quella squadra non aveva domani. Ma se giri l'angolo a Milano le cose non cambiano, la permanenza di Stephan El Shaarawy è sempre più a rischio. L'interesse del City, del Monaco e del Napoli, hanno trovato il Milan con la guardia bassa, il suo agente Roberto La Florio ha preferito non commentare: «Non posso dire nulla. È un momento molto delicato».

Nel mercato dei grandi la Juventus manda giù l'accordo di Gonzalo Higuain che sta firmando per l'Arsenal, Napoli invita Cavani ad andarsene alla svelta, Tevez tiene tutti in sospeso e addirittura girano voci su varie firme che l'Apache avrebbe già messo su più accordi non ufficiali, il Milan, senza soldi, sta bloccando la Juventus che in questo week end vuole chiudere.

Ieri comunque si dovevano risolvere le comproprietà, Alessio Cerci è del Torino in attesa di una offerta irrinunciabile. El Kaddouri è del Napoli, Acquafresca del Bologna. La Juventus ha rinnovato l'accordo con il Genoa per Ciro Immobile che resta sul mercato, e con l'Atalanta per Manolo Gabbiadini. Ha riscattato Asamoah e ha rinnovato la compartecipazione per Mauricio Isla, anche se il cileno dice di non saperne niente: «Non ho avuto comunicazioni dalla Juve - ha spiegato Isla che al momento si trova in Sudamerica -. Per me è più importante sapere dove andrò a giocare il prossimo anno. Il mio agente sta parlando con l'Inter ma non so se verrò ceduto».