FEDERBOXE SI DIVIDE: PROF E DILETTANTI MA ANDRÀ IN CONTRASTO CON IL CONI

La boxe italiana si divide ed entra in collisione con il Coni. Ieri a Milano la Lega Pro boxe, ovvero lega dei professionisti, ha presentato il progetto che, per ora, affilia alcune componenti (organizzatori, procuratori, maestri e pugili prof) e fra poco più di due anni (1° gennaio 2017) la porterà a separarsi dalla Federboxe che si occuperà solo dei dilettanti. Separazione di comodo, benedetta dal presidente federale per aggirare alcune storture della boxe mondiale, restituire autonomia nella gestione commerciale e magari visibilità ai professionisti: ma qui ci vorrebbero campioni che la nostra boxe non possiede. Certo, invece, il contrasto con il Coni che mai accetterà di avere due federazioni diverse per lo stesso sport. Servirà qualche modificata allo statuto federale. Per ora la lega Pro Boxe cercherà migliori introiti tv producendo in proprio, anche autossandosi, e offrendo calendari che durino almeno tre mesi.