Ferrari, mossa di Marchionne: ecco chi arriva e chi se ne va

Il team manager Maurizio Arrivabene ha i giorni contati e per sostituirlo sarebbe già stato chiamato Toto Wolff, il capo dell'attività moto sport della Mercedes

"Un campionato è sempre più bello quando non c'è lotta solamente tra i piloti di una squadra ma tra diverse squadre. La Mercedes è molto forte ma si vede che la Ferrari ha fatto grandi passi avanti. Anche la Red Bull va bene e la Force India con Perez è arrivata terza nell'ultimo Gran Premio. L'importante è non dare scontato nulla all'inizio della gara. In F1 c'è sempre stata una squadra dominante, non è una cosa nuova, ma io mi auguro che tutti quelli coinvolti facciano in modo che tutto sia più imprevedibile". Così il presidente della Fia, Jean Todt, commenta a Sky Sport24 questa prima parte del Mondiale di Formula 1 che domenica ha visto per la prima volta gareggiare in Azerbaijan, con il GP d'Europa a Baku, dove la Ferrari è giunta seconda con Vettel alle spalle di Rosberg con la Mercedes, e quarta con Raikkonen dietro alla Force India di Perez.

Intanto in casa Ferrari è calato il gelo dopo il commento di Sergio Marchionne ("Una gara eccezionale di Vettel, ora dobbiamo dargli una macchina migliore").Secondo quanto riporta Dagospia, il team manager Maurizio Arrivabene ha i giorni contati e per sostituirlo sarebbe già stato chiamato Toto Wolff, il capo dell'attività moto sport della Mercedes.