Ferrari, possibile il ritorno di Domenicali?

Clamoroso colpo di scena a Maranello: si starebbe lavorando al ritorno dell'ex direttore della gestione sportiva, ora presidente della Lamborghini

Stefano Domenicali potrebbe tornare a Maranello per sostituire Louis Camilleri, attuale amministratore delegato della Ferrari, la cui nomina è sempre parsa piuttosto incerta.

La voce sta prendendo forma secondo il Corriere dello Sport, e vedrebbe il presidente Elkann seriamente intenzionato a concludere con successo l’operazione.

I motivi sono molteplici: primo, Binotto non può avere materialmente il tempo di svolgere troppi incarichi, e la rinegoziazione del Patto della Concordia con Liberty Media è in scadenza. La suddivisione dei proventi creati dal Circus ruotano attorno a esso e in FCA non possono permettersi una riduzione dei compensi come qualcuno tuonava nei mesi passati. Occorre agire con polso come già fatto in passato, soprattutto da Marchionne.

Secondo, Domenicali conosce bene la tecnica e potrà sedersi al tavolo della FIA per collaborare alla definizione delle regole 2021 che, di fatto, rischiano di stravolgere la Formula 1.

Soprattutto la questione legata al ridimensionamento delle power unit, che non poco aveva preoccupato gli attuali motoristi impegnati.

Terzo infine il lato produttivo e commerciale: le azioni Ferrari hanno perso un quinto del loro valore dall’insediamento di Camilleri. La produzione di autovetture Lamborghini ha avuto invece un incremento dell’11% nel solo primo semestre 2018 rispetto al 2017, come sempre avvenuto negli ultimi anni di gestione Domenicali.

Il dirigente di Imola, attuale Chairman e Chief Executive Officer di Automobili Lamborghini, è stato premiato come “Personaggio dell’Anno 2018” da #FORUMAutoMotive.

Nei suoi ultimi anni in Ferrari, come direttore della Gestione Sportiva, Domenicali ha conquistato un mondiale costruttori nel 2008 e svariati secondi posti (eclatanti quelli di Alonso nel 2010, 2012 e 2013). Con Binotto al suo fianco e una coppia di piloti come Vettel e LeClerc, potrebbe essere il momento giusto per agguantare quanto finora solo sfiorato.

Intanto per Arrivabene sembra ipotizzarsi un futuro simile a quello dell’amico Raikkonen: secondo la stampa tedesca, sembra possibile un approdo in Alfa Romeo Sauber ma senza ulteriori dettagli sul possibile inquadramento.