Ferrari, è ufficiale: torna Kimi Raikkonen

La scuderia di Maranello ha raggiunto un accordo per due anni con il pilota finlandese

È ufficiale: Kimi Raikkonen torna alla Ferrari. La scuderia di Maranello ha annunciato di "aver raggiunto un accordo di collaborazione tecnico agonistica" con il pilota finlandese che "affiancherà Fernando Alonso per le prossime due stagioni".

"Sono davvero contento di ritornare a Maranello dopo averci trascorso tre anni fantastici e ricchi di vittorie", ha detto il pilota sul sito della Ferrari, "Ho
moltissimi ricordi che mi legano alla Ferrari e li ho sempre portati con me in questi anni, primo fra tutti l’indimenticabile vittoria del Mondiale nel 2007. Non vedo l’ora di tornare alla guida di una Rossa, di ritrovare tante persone con le quali ho stretto forti legami e di lavorare insieme a Fernando, che ritengo un pilota straordinario, per regalare alla squadra i successi che si merita".

Contento anche Fernando Alonso: "Do il benvenuto al mio nuovo compagno di viaggio: insieme dovremo affrontare una sfida tecnica è sportiva molto impegnativa a partire dal prossimo anno. Voglio ringraziare Felipe per tutti questi anni, per la strada percorsa insieme, per il sostegno che ha sempre saputo dare a me e a tutta la squadra. Non sarà facile a fine stagione dover salutare un compagno, davvero unico per professionalità e lealtà e che, fino alla fine, ne sono certo, saprà dare il massimo per una scuderia che ama moltissimo".

Commenti

zagor

Mer, 11/09/2013 - 14:58

Bravo Montezemolo applaudo il tuo aquisto perchè così facendo saremo ancora per qualche anno con zero tituli

BlackMen

Mer, 11/09/2013 - 15:15

zagor: chi avresti ingaggiato al posto suo? L' alternativa era Hulkemberg...secondo me Raikkonen è (ancora)superiore

zagor

Mer, 11/09/2013 - 15:28

UomoNero io non ho niente contro Kimi anzi il mio pessimismo sta nel fatto che nel pollaio di Maranello se due galli cantano il sole non sorge.

BlackMen

Mer, 11/09/2013 - 15:35

zagor: però almeno sarà interessante :-)

giovauriem

Mer, 11/09/2013 - 15:57

kimi è un ottimo pilota,non più di alonso,per ciò venendo in ferrari con la stessa macchina,non cambierà nulla

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 11/09/2013 - 16:11

Se la macchina non sarà competitiva, ci sarà da ridere, se lo sarà figurati se Alonso starà dietro e ci sara da ridere, insomma un futuro comico ci aspetta. Grazie Montezuma

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 11/09/2013 - 16:23

PUÒ ARRIVARE anche il PADRETERNO ma se la macchina non và non serve!!! Saludos

BlackMen

Mer, 11/09/2013 - 17:56

hernando45: non sono completamente d'accordo con il suo pensiero. Vettel e Webber hanno la stessa auto eppure in classifica generale uno è primo l'altro è quinto dietro anche ad Alonso e Raikkonen. Diciamo che la classe da sola non basta questo è vero..ma men che meno la macchina

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 11/09/2013 - 22:51

MI PERMETTA DI NON ESSERE D'ACCORDO CON LEI Blak Men, nel senso che se la RED BULL ha la macchina piu competitiva e due piloti di cui uno è un ASINO (che sbaglia sempre le partenze quando è in prima fila) mentre l'altro è BRAVO, non ha niente a che vedere con la FERRARI che NON VÀ. Se lo lasci dire da uno che è nato a Monza e che segue la F 1 dal 1961. Con amizdad saludos

watcheroftheskyes

Gio, 12/09/2013 - 08:57

Quella dei due "primi piloti" è una novità per la Ferrari. Ferrari ha sempre avuto un "leader" e un "gregario". Solo ai tempi in cui c'erano Berger e Alesi non c'era gran differenza tra i due, ma all'epoca ('92-'94) la Ferrari era una vera carretta. Ora con due campioni la cosa potrebbe farsi interessante ma aspettiamoci litigi, rivalità, sfuriate, interviste al vetriolo, incidenti etc. Ricordate cosa succedeva ai tempi in cui giganti come Prost e Senna correvano insieme in McLaren?