La Ferrari vince e Montezemolo si prende un po' di merito

L'ex presidente della Ferrari: "La vittoria è un premio a un duro lavoro cominciato a Maranello nel febbraio 2014 e perfezionato da chi ha preso le redini dopo"

Montezemolo

Appena la monoposto di Vettel ha tagliato per prima il traguardo del circuito di Sepang, rompendo un digiuno durato quasi due anni, qualcuno ha ironizzato: Montezemolo se n'è andato e la Ferrari torna a vincere. Poco dopo l'ex presidente della scuderia di Maranello ha rotto il silenzio e, sotto sotto, ha voluto mettere lo zampino su questa bella vittoria. "Sono molto felice - ha detto Luca Cordero di Montezemolo -. Non mi aspettavo così presto una vittoria che è un premio a un duro lavoro cominciato a Maranello nel febbraio 2014 e perfezionato da chi ha preso le redini dopo. Una vittoria di tutti gli uomini in rosso". L’altro giorno aveva detto di voler restare in silenzio stampa per un po' sulla Ferrari. Ma dopo la vittoria di Sepang non ha resistito al richiamo.

La staffetta tra lui e Marchionne non era stata indolore e c'erano stati non pochi strascici polemici. Ma oggi la gioia è tale, ha spiegato, "che voglio condividerla non solo con i tifosi Ferrari di tutto il mondo, ma con tutti gli uomini e le donne che hanno fatto, a Maranello, a partire dal febbraio dello scorso anno (quando si cominciò a sviluppare la vettura per il mondiale 2015, ndr), un lavoro straordinario che ha riportato la Ferrari ai livelli di competitività che le spettano e addirittura alla vittoria ancora prima di quanto mi aspettassi. Addirittura su un circuito come quello malese. Forse oggi c’è stato anche qualche piccolo errore Mercedes, forse troppo carico aerodinamico, ma ciò non toglie che la Ferrari è stata grandissima e io ne sono felice. Perché questa vittoria è un premio a chi l’anno scorso ha progettato e sviluppato macchina e motore e per chi, in seguito, ha preso le redini in mano perfezionandola e migliorando l’organizzazione. I risultati si sono visti. Mi riempie di gioia vedere questa bella continuità tra chi ha progettato la vettura e chi l’ha sviluppata".

Insomma, più chiaro e diretto di così non avrebbe potuto essere Montezemolo. Che sale, così, sul carro del vincitore. O almeno prova a salirci.

Anche Sergio Marchionne ovviamente ha commentato il grande risultato. "Sono felice per tutti i tifosi che aspettavano da troppo tempo una giornata così. Forza Ferrari". E ha ringraziato chi ha lavorato per rendere possibile questa impresa: "Grazie di cuore a Maurizio Arrivabene, alle donne e agli uomini della Scuderia. Quello che abbiamo visto oggi è il risultato dell’incredibile duro lavoro degli ultimi mesi, un lavoro fatto in silenzio e con umiltà come fa una grande squadra. Complimenti a Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen per una gara sensazionale".

Marchionne parla di mesi. Montezemolo parla di un anno. La differenza, si sa, sta nei dettagli.

Commenti
Ritratto di walcap

walcap

Dom, 29/03/2015 - 16:23

Ma stó ferlocco vanesio! Dove ha messo mano ha fatto danni! Da Italia 90 in poi, anche i suoi amici agnelli l'hanno fatto fuori dalla Fiat, e menomale! E ha pure il coraggio di attribuirsi meriti nn suoi, la grande Ferrari era di Tod di Brawn di Schumacher .... nn certamente sua, che faceva solo passarella.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 29/03/2015 - 17:49

E bravo l'ineffabile prezzemolino! é tutto merito suo. Resta il fatto che la "scuderia" é praticamente rimasta la stessa, l'unico handycap invece se ne é andato e i risultati si vedono! Grazie Marchionne!

gigetto50

Dom, 29/03/2015 - 18:47

....una cosa é certa: per me Marchionne oltre ad essere davvero unico ed eccellente (tra l'altro non so come faccia....non dorme mai?), ha anche una grandissima fortuna e spero che duri. Senza questo fattore "C" nella vita non si va molto lontano anche se bravi. Lo sanno bene anche i generali capi di eserciti (vedere gia' Napoleone) che scelgono i loro comandanti tra i piu' fortunati. Stesso discorso per i piloti di caccia.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 29/03/2015 - 19:44

Questo ha la faccia come il cu.o. Ma non si vergogna a dire certe cose? E' bastato il suo allontanamento e la Ferrari è tornata a vincere, dimostrando quanta presunzione e stupida arroganza albergano in questo misero dal braccio corto. Se lo lasciavano fare avrebbe portato la Ferrari in ultima fila.

tRHC

Dom, 29/03/2015 - 22:54

Pagliaccio!!! intanto ha vinto quando lui e' stato allontanato!!

cicero08

Lun, 30/03/2015 - 07:51

Certo Marpionne sa il fatto suo e, senza riguardi, ha sbattuto fuori Luchino che ora tenta di arrampicarsi sugli specchi riscuotendo, però, consensi pari a zero!

umberto nordio

Lun, 30/03/2015 - 09:02

Un bel silenzio gli avrebbe fatto più onore ma si sa,ai vanesi piace parlare ,quasi sempre a sproposito.