Fifa, lo sfidante si ritira al secondo turno. Blatter è rieletto presidente

Da diciassette anni siede sulla poltrona della federazione. Dovrà gestire il recente scandalo. "Avrei voluto più voti, ma andiamo avanti"

La prima votazione si era conclusa con un netto vantaggio per Sepp Blatter, che aveva ottenuto 133 voti, contro i 73 del suo avversario e con sole tre schede nulle. Tanti, ma comunque sette meno del quorum richiesto, non sufficienti a riconfermarlo subito presidente della Fifa, non fosse che il suo avversario, Ali bin al-Hussein, si è ritirato prima della seconda tornata.

Blatter è stato così confermato presidente, un ruolo che ricoprirà per i prossimi quattro anni. Da diciassette anni, dal 1998, siede sulla poltrona della Federazione internazionale e questo è già il suo quinto mandato. A poco è servita la sfida lanciata dal giovane emiro al-Hussein.

A favore di Blatter hanno votato i Paesi africani, del Sud America e quasi tutte le nazioni asiatiche, ma il presidente avrebbe preferito ottenere più preferenze. "Andiamo avanti lo stesso - ha commentato -. Ringrazio tutti per avermi dato la possibilità di guidare ancora il calcio per i prossimi quattro anni".

"Voglio assumermi la responsabilità di fare grande la Fifa, lo abbiamo fatto in passato e possiamo farlo in futuro". Il primo problema da affrontare saranno le conseguenze del recente scandalo per un giro di mazzette stimato in 150 milioni di dollari e per l'assegnazione dei campionati di calcio in Qatar e Russia.

Commenti

giomag42

Ven, 29/05/2015 - 20:09

Che peccato ! Avevo proprio sperato che, una volta per tutte, si fosse levato dai c.....i...

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Ven, 29/05/2015 - 20:27

La dittatura del leader supremo della FIFA non molla, va avanti ad oltranza. Il calcio è marcio e come si dice, il pesce putrefatto puzza sempre dalla testa. Complimenti a coloro che per una volta ancora hanno imposto con il loro voto, agli appassionati del calcio di subire il mal'odore per altri quattro anni dopo averlo già dovuto respirare per ben 17 anni. Io da italiano non potrò mai dimenticare quando nel 2006, per la prima volta nella storia del calcio il presidente boicottò la presentazione della coppa alla nostra nazionale dopo aver battuto nella finale la sua amata Nazionale francese. Lecito chiedersi: cosa veramente c'era sotto?

Gaby

Ven, 29/05/2015 - 20:54

O sapeva e allora e' ladro. O non sapeva e allora e' incompetente. A scelta. Ma bananieri e baluba lo hanno votato.

Klotz1960

Ven, 29/05/2015 - 21:10

Siamo definitivamente nell'epoca degli imperi autocratici, dall' UE, alla Nato ed alla Fifa. Ogni potere non eletto dal popolo va fuori da ogni controllo, alla faccia del popolo e della democrazia. Assisteremo presto a rivolte violente contro gli Imperi autocratici, in primis in Europa.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 29/05/2015 - 21:41

AhAhAhAh!!! L'Impresentabile Obama Bin Laden ed il suo degno compare francese l’ipocrita Michel Platini, che in Italia ben conosciamo, hanno rimediato una figura di ME**A planetaria! L'islamico e codardo abbronzato, che sta precipitando gli USA in un discredito internazionale mai visto prima, pensava di mettere K.O. il suo viscerale nemico Vladimir Putin, a capo della Federazione Russa, con la studiata e ridicola pagliacciata che ha visto gli Agenti FBI piombare nella sede Svizzera della FGCI per operare arresti e sequestri. La carnevalata, però, gli si è ritorta totalmente contro. Blatter è stato rieletto per abbandono del candidato Giordano. Ora c’è solo da sperare che il presidente di originie keniota si vada a nascondere siono alla fine del mandato e che Michele Platinì si dimetta subito domani mattina!

COSIMODEBARI

Ven, 29/05/2015 - 22:52

Come nel Pd, tutti contro Renzi, poi votano ogni sua legge che presente. Insomma anche nel calcio i vertici, europei e mondiali, sono tutti come le gomme da masticare, forse meglio dire come i profilattici.

cgf

Sab, 30/05/2015 - 01:00

Platini si ritrova più solo ed ora non potrà più contare nemmeno su Barak Al Obama.