Figc e FederlegnoArredo fanno squadra: design made in Italy a Coverciano

Nuovo look per il Centro Tecnico Federale che fa il restyling nel segno delle eccellenze dell'arredo italiano e del Salone del Mobile di Milano

Eccellenze del calcio azzurro e eccellenze del design e dell'arredo made in Italy insieme a Coverciano: sport, creatività e saper fare fanno squadra in occasione del 60° anniversario della fondazione del Centro Tecnico Federale che entra nel futuro con un profondo restyling che nasce dalla collaborazione tra Federazione Italiana Giuoco Calcio e FederlegnoArredo.

La casa delle Nazionali italiane, della Scuola Allenatori più famosa al mondo e del nuovo centro di preparazione Var, rappresenta un punto di riferimento per il calcio internazionale, come ha recentemente confermato la scelta della Fifa di organizzare proprio sui campi di Coverciano il raduno premondiale della squadra arbitrale. La Figc vuole potenziare funzionalità e immagine del Centro e il progetto presentato nell’Aula Magna si inquadra in quest'ottica.

La partnership tra Figc e Federazione delle industrie del legno e dell’arredo-design è stata siglata alla fine del 2016 ed ha previsto il rifacimento della pavimentazione, delle luci e degli arredi di cinque aree del Centro, cui hanno partecipato undici aziende leader del settore: Anm Parquet, Arper, Ditre Italia, Flos, Gruppo Saviola, Kartell, Natuzzi, New Design Porte, Poliform, Poltrona Frau e Way.
Il progetto, nato da un’idea di Paola Bottelli, è stato affidato all’architetto Giancarlo Tintori, fondatore di Italian Design & Architecture Agency, e trasforma Coverciano in un benchmark internazionale di stile, comfort e funzionalità made in Italy.

"Finalmente il Centro di Coverciano ha completato un’ampia opera di ristrutturazione – dice il dg della Federazione Michele Uva - che l’ha reso più moderno, più funzionale e anche più bello. Grazie alla collaborazione con FederlegnoArredo e le aziende leader nel design italiano, si presenta oggi come un esempio di stile del made in Italy. La Figc ha investito molto nel Centro perché rappresenta un patrimonio del calcio italiano che genera valore in termini di professionalità e credibilità anche in campo internazionale".

"Questa conferma l’impegno di FederlegnoArredo nella promozione delle eccellenze made in Italy - aggiunge Emanuele Orsini, presidente FederlegnoArredo -. Con l’inaugurazione odierna si chiude idealmente il cerchio e mettiamo a sistema legnoarredo e calcio che sono tra i principali motori di crescita del Paese. Dopo l’esposizione delle Coppe del Mondo al Salone del Mobile Milano Shanghai oggi festeggiamo un nuovo importante momento di incontro tra le imprese che rappresentano il secondo settore manifatturiero nazionale, e il mondo del calcio, terza industria italiana per investimenti".
"Siamo campioni del mondo, lo dovevamo essere anche nelle strutture, nel design e nei mobili", commenta Sebastiano Cerullo, direttore generale di FederlegnoArredo. "Grazie alla disponibilità di 11 tra le più importante aziende del settore, che hanno partecipato con entusiasmo a questo progetto – sottolinea ancora il direttore generale del Salone del Mobile Marco Sabetta – siamo riusciti a realizzare qualcosa di bello e funzionale e i complimenti che ci sono arrivati da chi vive tutti i giorni questo Centro sono il miglior premio cui potevamo ambire. Spero che la collaborazione con la Figc sia solo all’inizio".

Anche la ct della Nazionale femminile Milena Bertolini, impegnata a Coverciano nello stage di fine anno con le ragazze Under 18 più promettenti, si è detta entusiasta del restyling: "Sono stati introdotti elementi e stile di grande modernità, preservando il fascino della tradizione di questo luogo magico". E Uva ha raccontato che la ristrutturazione "è piaciuta a Mancini e anche ai giocatori", spiegando che "l'idea del restyling è venuta quando a settembre scorso abbiamo invitato qui Ceferin per fare il suo incontro con le federazioni internazionali e tutti hanno detto che Coverciano era straordinario ma... e quel ma non ci è piaciuto, volevamo cancellarlo. Adesso tutte le persone che vengono dicono che è in realtà il posto più bello del calcio a livello mondiale".

L’intervento di restyling ha riguardato cinque aree, su cui si è uniformemente lavorato con la posa di parquet e con la valorizzazione degli spazi. In aggiunta, ecco il dettaglio delle opere per ciascuna area: nella hall del Ctf è stata realizzata artigianalmente e installata l’iconica parete bifacciale retroilluminata con disegno a diamante e intarsi in legno policromo, dietro alla quale c’è un nuovo divano con poltrone e punti luce; nel salotto dietro la zona bar sono state create aree relax e riunioni, con divani, poltrone, tavoli, tavolini, luci e libreria; la sala bar è stata arredata con poltrone, tavolini e luci; nel ristorante sono state inserite nuove sedie e lampade, ed è stata affissa alla parete principale una stampa digitale che raffigura Firenze; nella Sala Righetti è stato realizzato un maxi-tavolo per riunioni, sempre su misura, che richiama la parete della hall, con poltrone da ufficio, e un nuovo pannello in velluto blu ospita le maglie-simbolo della Nazionale azzurra.

Le attività svolte con FederlegnoArredo hanno completato il rifacimento del Centro su cui la Figc ha investito complessivamente 7 milioni di euro. Ai lavori di ristrutturazione sono state interessate le infrastrutture sportive (campi e spogliatoi), ma anche l’innalzamento degli standard della ricettività alberghiera, l’ampliamento degli spazi dedicati all’area medica e la trasformazione dell’ex palestra in Auditorium per le conferenze.