IL FILM DELLA PARTITA

MILAN
5 DIDA. Il primo intervento è da brividi: palla innocua «bucata». Se questo è il ritorno, stanno freschi. Alla prima incursione in area subisce la stilettata annullata, prende gol da 25 metri, prima lo salva il palo. Meglio ripassare.
6,5 ANTONINI. Dicono a Milanello: non è pronto per la serie A. Giudizio discutibile. È la fresca novità della serata. Ha gamba per pedalare sulla corsia, sbaglia qualche cross perché i piedi sono quelli che sono.
5 BONERA. Con le crisi di panico non può giocare a calcio e nel Milan. Si vede che la palla, tra i piedi, gli scotta. E si vede anche che va in fibrillazione appena l'avversario lo punta.
5 KALADZE. Sembra leggermente appesantito nel fisico e quando è così gli risulta difficile guidare la difesa capace di subire persino da fallo laterale (il palo centrato in spaccata da Alphonse).
6,5 JANKULOVSKI. È il più lesto a farsi vivo dalle parti dello Zurigo: perché ha il piedino ispirato. A furia di insistere e di farsi trovare pronto al tiro, coglie il varco utile sulla sirena del primo tempo.
6,5 AMBROSINI. Senza commettere falli va a caccia di palloni come di coccodrilli: pugnale in bocca e cappellone in testa. Sbava un pallone delizioso servitogli da Pato ma si può scusare. (Dal 23’ st EMERSON sv).
7 FLAMINI. È l'erede designato di Pirlo finito ko e dimostra di conoscere bene il mestiere oltre che i tempi di gioco. Davanti alla difesa si comporta da scudo protettivo.
6 SEEDORF. Deve fare il mediano e si ritaglia una posizione da centrale, deve rimpiazzare Gattuso e lo ritrovano in avanti a duettare con Kakà e Sheva. Seedorf è fatto così, difficile che rispetti il copione.
6 KAKÀ. Sta rodando il motore, prova dopo prova. Deve solo trovare la brillantezza, questione di giorni se non di settimane. Giocare gli fa bene. Meglio se trovasse il gol.
6,5 PATO. Date fiducia a questo progetto di fuoriclasse e lo rivedrete brillare come un diamante appena sarà in forma. Parte col freno a mano tirato, poi conquista campo, dribbling e credito. E su punizione esplode un destro che fulmina lo Zurigo. (Dal 20’ st BORRIELLO 6,5. Si vede che ha la mira giusta e voglia di fare. Al primo pallone utile, dal limite, lo piazza nell'angolo con una fucilata).
6,5 SHEVCHENKO. Dev'essere l'aria di Milanello e qualche test di milanlab: gli fanno sicuramente bene. Lo si vede reattivo, gagliardo, col tiro che fa male appena riesce a centrare la porta. (Dal 30’ st Ronaldinho sv. Entra lui e la curva si scalda come non succede da tempo ormai).
All. Ancelotti 6. Forse deve fidarsi dei giovani tipo Antonini e magari cementare con la fiducia quel gioiellino di Pato.
ZURIGO
Leoni 5, Stahel 6, Tihinen 5, Barmettler 5, Stucki 6; Djuric 6, Aegerter 5, Okonkwo 5, Alphonse 6; Abdi 5 (dal 42’ st Mehmedi sv), Hassli 5 (dal 32’ st Nikci sv). All. Challandes 5.
Arbitro: Iturralde Gonzales (Spagna) 5,5.

Video che ti potrebbero interessare di Sport