IL FILM DELLA PARTITA

SIENA
6,5 CURCI. Due interventi di piede decisivi, reattivo sia su Taddei che su Menez. In generale attento su ogni pallone.
5,5 ROSSETTINI. Dalla sua parte Menez fa quello che vuole, in grande difficoltà.
6 FICAGNA. Regge bene gli assalti della Roma, dimostra a tratti personalità.
6,5 PORTANOVA. Bravo in anticipo su Perrotta in un’occasione, non perde mai la lucidità.
6 DEL GROSSO. Taddei ha spazio e metri per crossare, con il passare dei minuti lo limita.
6,5 VERGASSOLA. Dirige le operazioni a centrocampo, deve spesso arretrare a sostegno dei difensori.
6 CODREA. Offre il suo contributo nel momento più difficile. Esce per infortunio

(dal 32’ pt COPPOLA 6. Entra subito in partita, aiutando molto i compagni).
6,5 GALLOPPA. La sfida gli dà grandi motivazioni e lui mostra grande grinta e determinazione.
7 KHARJA. L’ex che riaprì la corsa scudetto l’anno scorso fa molto male alla Roma con le sue accelerazioni.
7 FRICK. Una sola occasione, sfruttata al meglio. Ma anche un ottimo lavoro al fianco di Maccarone

(dal 19’ st GHEZZAL 6. Procura l’espulsione di Panucci e tiene la squadra alta con la doppia superiorità).
7 MACCARONE. Grandissimo movimento, una spina nel fianco della difesa, gli manca solo il gol. Giampaolo gli concede la standing ovation

(al 42’ st CALAIO’ SV).
All. GIAMPAOLO 7. Costruisce bene la partita e riceve i complimenti di Spalletti. Tre punti pesantissimi.
ROMA
6 DONI. Praticamente inoperoso per quasi tutta la partita (solo una deviazione in angolo su Maccarone), nulla da fare sul gol.
5 CICINHO. Maccarone gli sfugge sempre, rimane in uno stato perenne di «letargo» e non è la prima volta.
4 MEXES. Viene anticipato colpevolmente da Frick sul gol, poi la sceneggiata che gli costa l’espulsione.
5 PANUCCI. Diverse incertezze e poi il rosso per doppia ammonizione che gli farà saltare la partita da ex con l’Inter.
4,5 RIISE. Le solite amnesie, la più grave quella sul gol di Frick quando non recupera su Maccarone a destra. Oggetto sempre più misterioso.
6 DE ROSSI. Ha un’occasione da gol grande come una casa che spreca per eccesso di generosità, ma è l’unico che non si arrende mai.
5 AQUILANI. Sbaglia tutti i palloni giocati, è proprio un periodo negativo. E rischia un rigore su Kharja.
6 TADDEI. Ci tiene a far bene davanti ai suoi ex tifosi, mette in area cross pericolosi e impegna anche Curci. Cala nel finale

(dal 34’ st BRIGHI SV).
5 PERROTTA. La sua posizione dovrebbe essere un terminale importante, ma non è giornata

(dal 34’ st JUAN SV).
6,5 MENEZ. Devastante, tutte le azioni più pericolose partono dal suo piede. Dopo una fiammata iniziale, si spegne nella ripresa

(dal 27’ st OKAKA SV).
4 JULIO BAPTISTA. Avulso dal gioco, un pesce fuor d’acqua. Un altro giocatore rispetto a Bordeaux.
All. SPALLETTI 5. Terza sconfitta su tre partite esterne, la Roma sprofonda in classifica e lui è sempre più abbacchiato.
ARBITRO DE MARCO 6. Le espulsioni sono giuste, un po’ meno bene la gestione generale della partita.

Video che ti potrebbero interessare di Sport