Fiorentina, Samp, Milan tentazioni di De Rossi E Milinkovic va a Parigi

Kayak difensore per i rossoneri. Veretout più vicino alla Roma. Perisic via solo per la Premier

Daniele De Rossi da una parte, la Serie A dall'altra. Di mezzo, però, non c'è la Roma, anzi. C'è altro, altre squadre e altri lidi. Le voci sul futuro all'estero dell'ormai ex capitano giallorosso erano più deduzioni, il suo domani sarà ancora in Italia; un po' per rivalsa alla sua Roma, un po' per la famiglia. La Fiorentina è un'opzione, grazie a Pradè e Montella; la Sampdoria ha in Di Francesco un grande amico di De Rossi. E sullo sfondo c'è la tentazione Milan, dato il rapporto con Maldini. Quel Diavolo che già aveva tentato, lo scorso 19 giugno, un primo approccio e che ci riproverà. Ha un grande rapporto con Giampaolo che a suo tempo disse: «Sono orgoglioso che Daniele intenda entrare nel mio staff». Ma intanto l'idea di De Rossi è giocare almeno un altro anno e ancora in Serie A.

Il Milan, però, al momento si trova impegnato su altri fronti: in attesa della sentenza Uefa, che potrebbe permettere un maxi investimento per Elliott (Torreira indiziato numero uno) prosegue i colloqui con vari agenti. Ieri a Casa Milan sono passati i rappresentanti di Ozan Kayak. Passi avanti nel trasferimento del difensore centrale dello Stoccarda al club rossonero: c'è la disponibilità del difensore classe 2000, l'obiettivo è battere la concorrenza del Bayer Monaco: a favore del Milan una maglia da titolare pronta per il giocatore.

A centrocampo perde terreno l'ipotesi Veretout: ieri quasi tre ore di vertice tra l'agente del giocatore e la Roma. Sul piatto un'offerta importante, con bonus in caso di Champions. Deciderà il giocatore, da ieri sera a Napoli, tra la proposta giallorossa e quella del Milan. La Fiorentina vuole soltanto cash e non accetterebbe, per ora, Cutrone nell'operazione. E dalla Roma prenderebbe soltanto Karsdorp ma in prestito. Il Napoli potrebbe rientrare nel giro soltanto se si dilatassero i tempi, visto che deve piazzare prima Diawara.

La Juventus aspetta la risposta definitiva di Adrien Rabiot, che deve decidere il suo futuro e accelera per De Ligt. L'obiettivo è evitare l'inserimento del Paris Saint-Germain, anche se ormai il difensore si sarebbe convinto a trasferirsi a Torino (12 milioni all'anno al giocatore, 70 all'Ajax). Mentre a Parigi finirà Milinkovic-Savic: il PSG ha l'ok del giocatore e la trattativa con la Lazio è alle fasi finali. Il Napoli aspetta ancora James Rodriguez («Non so dove giocherò la prossima stagione. Restare a Madrid o andare al Napoli? Dipende dal club») mentre l'Inter deve risolvere la grana Perisic. Nelio Lucas, il suo agente, ha valutato e declinato due volte le avance dello Shanghai Shenhua. La prima offerta prevedeva un triennale da 12 milioni a stagione, ai quali si è sommato nel weekend un bonus di 4 milioni alla firma. Se dirà addio all'Inter, lo farà per andare a giocare in Premier League. Difficile però una cessione prima dell'8 luglio data in cui inizierà il ritiro pre-campionato e ci sarà un confronto con Conte.