La Fiorentina travolta a Siviglia. Napoli, pari beffa col Dnipro

I viola subiscono tre reti in casa del Siviglia. La squadra di Benitez non va oltre il pari (1-1) al San Paolo

Pesante sconfitta per la Fiorentina di Montella, che subisce tre reti dal Siviglia nella gara d’andata delle semifinali di Europa League. Di Aleix Vidal ad inizio gara e nei primi minuti della ripresa le prime due reti degli spagnoli, che poi hanno dilagato con l’appena entrato Gameiro sempre su assist di Vidal. I viola, sempre in difficoltà in fase difensiva, hanno creato numerose palle gol soprattutto nel primo tempo, ma in un’occasione Mati Fernandez ha sbagliato a porta vuota, mentre in altre due è stato Rico a superarsi. Ora sarà durissima per i viola al Franchi nel match di ritorno. Aleix Vidal, schierato nell’inedito ruolo di terzino, l’indiscusso protagonista dell’incontro con una doppietta, mentre la terza rete è stata messa a segno da Gameiro, nella prima palla toccata dopo essere entrato in campo al posto di Bacca. Parte alla grande la Viola, che pressa molto alta il centrocampo del Siviglia e proprio grazie al pressing Badelj ruba palla a Bacca, passandola a Joaquin, assist per Gomez che si invola verso l’area, ma il suo tiro è alto.

Con il passare dei minuti però i padroni di casa prendono possesso del gioco e chiudono la formazione italiana nella propria tre quarti campo e si fanno pericolosi con Mbia, Bacca (imbeccato da Banega) e Vitolo, ma la difesa di Montella è puntuale nelle chiusure. La Fiorentina non sta a guardare, facendo leva soprattutto su Mario Gomez, ma il tedesco non è preciso nelle conclusione. Su di una bella iniziativa di Bacca però, gli spagnoli passano in vantaggio: dribbling in area dell’attaccante, che serve Aleix Vidal a rimorchio e per il terzino è un gioco da ragazzi infilare Neto.Immediata risposta della Fiorentina, con il fischiatissimo (a causa del suo passato nel Betis) Joaquin che trova spazio in area sulla sinistra e passa al centro per Mati Fernandez, ma il centrocampista viola sbaglia praticamente a porta vuota. I gigliati trovano facilmente la strada per entrare in area e rendersi pericolosi, ancora con Fernandez e poi con Salah, ma in entrambe le occasioni Rico si supera, impedendo il pareggio della Viola.

Nel primo tempo c’è anche spazio per una trattenuta in area non vista ai danni di Salah. La ripresa inizia nuovamente nel segno di Vidal, centrocampista schierato a sorpresa da Emery da terzino, il quale sfrutta una ripartenza del Siviglia su di un errore banale di Badelj a centrocampo e sempre dalla destra infila un Neto non impeccabile. La seconda rete mette le ali alla formazione spagnola, che anche approfittando di un momento di stordimento viola, gioca in maniera più fluida e divertente, facendo circolazione di palla e creando numerose occasioni da rete. E proprio in questo clima, l’appena entrato Gameiro finalizza alla grande con la terza rete del Siviglia, una splendida azione iniziata da Banega, perfezionata da Tremoulinas e impacchettata con un assist dal solito Vidal. La Fiorentina prova a riprendersi, ma la sua reazione non va più in là di una punizione battuta da Mati Fernandez e ribattuta dal portiere di casa.