La Fiorentina tuona contro Mazzoleni: "Mai visto assegnare un rigore di polpastrello"

Il club manager della Fiorentina Antognoni, il tecnico Pioli e il Presidente Cognini hanno attaccato l'arbitro Mazzoleni per via di alcune decisioni non eque. Spalletti però non ci sta: "Rigore netto"

La Fiorentina ha mal digerito la sconfitta subita al Meazza contro l'Inter di Spalletti. A fine gara tutti gli esponenti del mondo viola si sono scagliati contro l'arbitro Mazzoleni, reo di aver concesso un rigore inesistente, a loro dire, ai nerazzurri. Antognoni, club manager della Fiorentina, a Sky Sport ha attaccato: "Nella prima carriera non ho mai visto un rigore per dei polpastrelli toccati. Siamo venuti a Milano a giocare. Ogni volta che veniamo a Milano succede sempre qualcosa. C'era il VAR anche l'anno scorso e mi son dovuto lamentare, anche oggi è la stessa cosa. Quel rigore difficilmente si dà: il pallone non ha mai cambiato traiettoria quindi non ho capito dove abbia visto questo rigori. Il tocco è troppo lieve per concedere un calcio di rigore. Mi sembra evidente, il pallone non cambia direzione. Ma sono contento della prestazione della Fiorentina".

Anche il tecnico Stefano Pioli, e grande ex della partita, ha mostrato i denti:"Sono dispiaciuto perché abbiamo giocato una grande gara ma le decisioni arbitrali non sono state eque. Non posso dire ai miei difensori di tagliarsi le mani. Vitor Hugo non fa nulla per toccare il pallone con la mano. Mentre andava rivisto il contatto di Tra Chiesa e Politano, che era in netto ritardo". Più pesante rispetto a Pioli e Antognoni, però, è stato il Presidente delle Fiorentina Mario Cognini: "La partita è stata bellissima, ma senza l’arbitro le due squadre si sarebbero rispettate di più e ci sarebbe stato ancor più spettacolo. La direzione di Mazzoleni è stata insufficiente e provocatoria, ha gestito la gara a senso unico, è stato il miglior giocatore dell’Inter. Abbiamo fatto una grande prestazione, ma il VAR crea mostri di protagonismo”.

L'Inter, però, non ci sta e per bocca dell'allenatore Luciano Spalletti ha respinto al mittente le accuse: "Il rigore? Dai, non si discute perché Vitor Hugo ha deviato nettamente il pallone che, infatti, ha cambiato traiettoria. Se mi volete togliere questo rigore non ci sto, perché allora vi ritiro fuori i rigori che abbiamo preso contro nella passata stagione, come quello di Santon contro l'Udinese che ci costò la prima sconfitta in campionato. Siamo seri, quello è rigore tutta la vita, il difensore della Fiorentina devia con la mano larga il pallone che sarebbe andato sul dischetto dell'area di rigore dove stava per arrivare Vecino, con Icardi che gli ha portato via l'uomo. Rigore netto, ripeto, non si discute".