Fognini-Pennetta viaggio di nozze a Wimbledon?

Abito classico. Bianco candido come è Ostuni, la città che Flavia Pennetta e Fabio Fognini hanno scelto per il loro matrimonio. Un lungo velo adagiato sul gonnellone largo del vestito spezzato da una cintura di cristalli Swarovski e con un corpetto liscio, i capelli raccolti e un filo di trucco, Flavia è arrivata in chiesa con un'ora e dieci minuti di ritardo, come da tradizione. Al suo fianco il papà Oronzo che l'ha accompagnata all'altare della chiesa cattedrale circondata da curiosi e da fan. Fabio era lì che l'aspettava dalle 16.40. Nella piccola piazzetta su cui sovrasta il rosone barocco simbolo della Città Bianca, si sono ritrovati big del tennis mondiale come Boris Becker, Lea Pericoli, Nicola Pietrangeli, il capitano della squadra di Fed Cup e di Coppa Davis, Corrado Barazzutti. E ancora, Sara Errani, Roberta Vinci, Francesca Schiavone. Tra gli amici dello sposo Simone Bolelli e Domenico Criscito. E poi, ancora, il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Cerimonia semplice e blindatissima quella religiosa. Sul sagrato della chiesa fiori bianchi a far da cornice agli scatti simbolo delle nozze. L'arrivo, il bacio finale davanti alla folla, sorridenti e felici, Fabio e Flavia, si sono concessi ai flash. Per poi lasciare il centro storico a bordo di un bus vintage azzurro chiaro. Fabio Fognini dovrebbe partire subito per gli impegni sull'erba di Wimbledon. Flavia, che all'inizio della stagione 2016 ha formalizzato il suo addio al tennis, potrebbe seguirlo. Ma solo per tifare per lui.