Follia di Belec in Torino-Benevento: lo sloveno scalcia Niang e viene espulso

Belec, ex portiere dell'Inter, ha lasciato il Benevento in 10 uomini per oltre un'ora nella sfida poi persa contro il Torino. Il 27enne ha dato un calcio a Niang mentre stava rinviando un pallone

Il Torino di Walter Mazzarri ha travolto per 3-0 il Benevento di Roberto De Zerbi anche se la gara è stata condizionata pesantemente dall'espulsione, giustissima, del portiere dei campani Vid Belec. Sul punteggio di 1-0 per i granata, infatti, il numero uno delle Streghe, cresciuto nella cantera dell'Inter, si è reso protagonista di un gesto folle che ha lasciato i suoi per oltre un'ora in inferiorità numerica.

Il Torino ha poi dilagato con le reti di Niang e Obi che hanno chiuso la pratica e regalato i tre punti ai granata. La ricostruzione di quanto avvenuto è semplice visto che Belec è stato disturbato da Niang nel momento di rinviare il pallone con le mani, cadendo il portiere sloveno ha cercato di scalciare in modo violento l'ex attaccante del Milan. L'arbitro del match ha ammonito il francese per condotta antisportiva ed espulso il numero uno del Benevento per condotta violenta. Ora Belec rischia più di una giornata di squalifica e in porta al suo posto ci sarà Brignoli, che siglò la rete del pareggio contro il Milan di Gattuso.