Fondazione Fiera Milano: ok a nuovo stadio del Milan

Il Comitato esecutivo dell’ente ha preferito il progetto rossonero a quello proposto da Vitali per la riqualificazione dell’area

Rendering del nuovo stadio del Milan

Via libera per lo stadio del Milan al Portello da parte di Fondazione Fiera Milano. Il Comitato esecutivo dell’ente ha preferito il progetto rossonero a quello proposto da Vitali per la riqualificazione dell’area. Ora al Milan servono le autorizzazioni del Comune. In in corsa erano rimsti due progetti: quello del club rossonero e Arup Italia, voluto dall’ad Barbara Berlusconi, e quello proposto da Vitali con STAM Europe, che prevede una linea verde e spazi polifunzionali.

"Confermo il mio personale favore alla realizzazione dello stadio, dopo di che decide la Fondazione Fiera in piena autonomia", aveva affermato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, incontrando i giornalisti a margine dell’evento
per il cinquantesimo dell’Associazione italiana dei Sommelier. Adesso il nodo è stato sciolto. I rossoneri dunque potranno giocare in un nuovo stadio lasciando così il campo di San Siro. Il nuovo stadio sarà ovviamente secondo gli standard europei, ovvero uno spazio che possa offrire un'esperienza gradevole alle famiglie che si recheranno allo stadio con negozi, ristoranti e spazi dediccati ai bambini.

Commenti

vitocara1980@ti...

Mar, 07/07/2015 - 22:29

finalmente una ottima notizia ora speriamo solo che pisapia come al solito non rovini tutto visto che non si tratta di creare le sue amate moschee

Edmond Dantes

Mar, 07/07/2015 - 23:00

Finché ci sarà questa giunta comunale di antiberlusconiani ne inventeranno di ogni per impedirne la realizzazione. Indifferenti al danno anche economico per Milano, in ossequio alla loro abitudine che per far dispetto alla moglie ci si taglia anche i c......i.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 07/07/2015 - 23:18

...comitati di quartiere permettendo. (sono già iniziate le proteste)

gallieno ferri

Mar, 07/07/2015 - 23:22

"..i bambini"I bambini allo stadio? Dove ogni squadra ha una curva affollata di delinquenti,dove i protagonisti sono il peggior esempio per i minori, dove tranne rare eccezioni non c'e' una societa' dove i conti tornino, dove truccano le partite per scommettere,dove non esiste nessun rispetto per chi sostiene squadra diversa, i bambini?

cgf

Mer, 08/07/2015 - 00:10

fatti due conti ci vorranno 10 anni tra una commissione e l'altra e forse dopo due si giocherà la prima partita, non è uno scherzo, mica deve costruire un ipercoop, quello in meno di tre anni sarebbe già finito, ma il Milan ed il suo presidente non è la COOP, anzi.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 08/07/2015 - 05:42

@gallienoferri: condivido l'analisi e propongo che ivi "delocalizzino" il Colosseo che al confronto era un "giardino di convento". Ossequi.

umberto nordio

Mer, 08/07/2015 - 06:46

Tranquilli!Vedrete che tra poco o magari a lavori avviati ,interverrà qualche magistrato in cerca di visibilità a bloccare e sequestrare tutto.Volete forse che non ci sia qualcosa ,per lui, irregolare o quantomeno sospetto?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 08/07/2015 - 09:35

Edmond Dantes: a dire il vero le prime voci di uno stadio "di proprietà" risalgono alla seconda metà degli anni 80, con l'avvento al Milan dell'era Berlusconi. Non se n'è mai fatto nulla nonostante Palazzo Marino abbia ospitato i vari Pillitteri, Formentini, Albertini e Moratti (non certo invisi all'ex cav). Motivo? Le due società calcistiche (Milan e Inter) di fatto gestiscono lo stadio di proprietà del comune, accollandosi le spese di manutenzione e ristrutturazione. Con la costruzione di nuovi stadi propri (sia Milan che Inter) queste spese sarebbero a carico delle casse comunali e dei cittadini anzichè delle società. Meraviglia casomai la disponibilità dimostrata proprio da Pisapia...

Edmond Dantes

Mer, 08/07/2015 - 14:49

@dreamer-66. Forse lei è abituato a mettere in carico al Comune di Milano le spese di "manutenzione e ristrutturazione" di casa sua? Mi dica come si fa così lo faccio anch'io.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 09/07/2015 - 10:17

Edmond Dantes: onestamente non capisco la sua risposta. Non sono entrato nel merito degli accordi fin qui stipulati fra Comune di Milano e società calcistiche ma ho fatto semplicemente notare che, contrariamente a quanto detto da lei, al Comune di Milano tutto sommato la situazione conviene rimanga così com'è. Se il progetto dello o degli stadi di proprietà dovesse saltare, e le due squadre continuassero ad utilizzare la struttura di San Siro, non sarebbe affatto un danno economico per Milano. Diverso è il discorso per le due società sportive. Le mie non sono prese di posizione personali "si o no" al nuovo stadio ma osservazioni sulla situazione attuale.