Formula 1, Schumacher: derubato lo studio di uno dei suoi medici

Uno dei medici di Michael Schumacher, è stato derubato in un arco di tempo compreso fra il pomeriggio di sabato e la mattina di lunedì scorso

Secondo quanto riportano il Daily Mail e la Bild, lo studio del dottor Johannes Peil, uno dei medici di Michael Schumacher, è stato derubato in un arco di tempo compreso fra il pomeriggio di sabato e la mattina di lunedì scorso. I ladri sarebbero riusciti ad accedere all’interno della clinica di Bad Nauheim (Germania) attraverso una porta aperta dei corridoi sotterranei e avrebbero rubato denaro contante, profumi e fogli di prescrizioni mediche, ma è specialmente il computer portatile sottratto dallo studio del dottor Peil a sollevare le maggiori preoccupazioni.

Il pc conterrebbe infatti dei file medici riguardanti le attuali condizioni di salute di Michael Schumacher: il dottor Peil, che è anche il medico curante del pilota della Mercedes Nico Rosberg, fa infatti parte dell’equipe di 15 medici che curano la rieducazione fisica dell’ex-pilota di Formula 1 nella sua casa sul Lago di Ginevra. Già lo scorso anno, uno dei primi soccorritori medici di Michael Schumacher a Meribel, accusato di aver rubato una cartella medica e di aver venduto notizie ai media, s’è impiccato nella sua cella della prigione di Zurigo. Dopo l’incidente sulle piste sciistiche di Meribel, avvenuto il 29 dicembre 2013, Michael Schumacher ha trascorso molti mesi in coma in una clinica di Losanna prima di essere trasferito, lo scorso settembre, in una suite medica incorporata nella sua villa di Ginevra.