FRANCESCO CIMMINO

Ginevra Al Salone di Ginevra, Skoda ha presentato il concept Vision S che conferma l'importanza del ruolo del design per la marca ceca. Quando vedremo il modello di serie? Lo chiediamo a Francesco Cimmino, direttore generale di Skoda Italia (in foto, accanto al concept). «La vettura di serie, un Suv a sette posti - risponde il manager - la vedremo in autunno a Parigi e si inserirà nel percorso che Skoda sta seguendo sotto il profilo stilistico e dei contenuti, ponendo sempre la massima attenzione al value for money. Fare macchine importanti non esclude che queste possano essere per tutti».Potrebbero esserci problemi di concorrenza con altri modelli del Gruppo Volkswagen?«Non ci sono battaglie in famiglia, operiamo in territori diversi e per quanto riguarda le tecnologie noi scegliamo quelle in sintonia con il nostro motto simply clever, che ci permettano di costruire un'auto intorno al cliente e che gli rendano la vita più semplice: tanto spazio per persone e bagagli, tanta fruibilità e un completo sistema di connettività con l'hot spot a bordo».Come è cambiata in questi anni la percezione che il cliente ha del marchio Skoda?«Oggi i clienti che ci scelgono sono nella maggior parte dei casi laureati e con un income abbastanza alto. Persone che fanno delle scelte attente al value for money, all'affidabilità, che vedono nell'auto anche un investimento. Chi già possiede Skoda è soddisfatto della sua auto, a noi tocca il compito di allargare ancora questa base».Avete un nuovo ceo, Bernhard Maier.«Il fatto che venga da Porsche porterà a Skoda una visione innovativa e un nuovo allure, potrà fare soltanto bene».E i motori alternativi in arrivo?«Sicuramente una motorizzazione ibrida plug-in per Superb, anche se non è stata fissata la data di lancio. Intanto continuiamo a puntare molto sul metano già disponibile per Citigo e Octavia e su questa presto sarà abbinabile anche al cambio Dsg a sette rapporti che ci permetterà di avvicinare quella clientela che cerca di abbinare comfort ed economia di consumi».Il cliente che si avvicina per la prima volta a Skoda da dove proviene?«Normalmente arriva da altri brand generalisti, ma con la nuova Superb cresce il numero di coloro che portano in concessionaria un'auto premium, per noi e per i nostri dealer si tratta di una grande opportunità di crescita».PEv