Frenata viola: a Bologna un pari con gol italiani

In rete Bernardeschi e Giaccherini. Tra Genoa e Lazio poche emozioni

Due gol uguali e due squadre uguali a dispetto dei sedici punti di differenza in classifica, talmente tanto equilibrio che è finita 1-1. Le reti arrivate nel giro di quattro minuti, prima il vantaggio viola con Bernardeschi, poi il pareggio di Giaccherini, due palle in mezzo all'area dalle fasce, due goleador liberi di mirare e colpire con calma. Bologna e Fiorentina hanno giocato alla pari con moduli identici e si sono annullate. La Fiorentina però ha sofferto, non sembra più la squadra di inizio stagione che incantava con un calcio di semplicità e quasi adolescenziale. Sotto di un uomo (ingenuo Mati Fernandez a beccare due gialli in pochi minuti) i viola hanno trovato il vantaggio immediatamente con il primo gol in campionato (il secondo in serie A) di Bernardeschi. Il tempo di abbracciarsi e Giaccherini ha rimesso le cose in ordine. E così la legge del Dall'Ara ha trovato una nuova conferma, le big da queste parti soffrono, non passano e a volte perdono. Ieri è successo anche alla Fiorentina in piena corsa per il terzo posto Champions, fermata da un pari che mette a rischio la sua piazza. Una vittoria dell'Inter al Bentegodi contro il Verona potrebbe spingerla al quarto posto in classifica.A Genova partita molto tattica e intensa, ma con poche emozioni tra due squadre un po' malaticce. Per la Lazio una traversa di Mauri nel primo tempo, il Genoa viene fermata dagli interventi di Marchetti, gli innesti nella ripresa (Tachtsidis e Keita in primis) non cambiano le cose. Lo 0-0 è il risultato più logico ed è un brodino per entrambe.