Fuori Vinci, Giorgi, Schiavone: l’Italia non c’è più

Di italiano, a Wimbledon, è rimasta solo l’amarezza legata alle eliminazioni delle tre azzurre che avevano raggiunto gli ottavi: fuori Schiavone, Vinci e Giorgi con un set vinto e sei persi. Quasi una parodia del ko calcistico agli Europei. Brucia in particolare la sconfitta della 32enne milanese che aveva ingabbiato la ceca Petra Kvitova, campionessa uscente, per due set, salvo poi cedere rovinosamente nel terzo. E’ mancato davvero poco che l’ex regina del Roland Garros, con il suo gioco variegato, mai un colpo uguale all’altro, impreziosito da rotazioni micidiali, si giocasse la qualificazione ai quarti nel tie-break del secondo set. Ci sarebbe arrivata se il servizio, dopo averla tradita in 13 occasioni con altrettanti doppi falli, non avesse fatto cilecca anche nel momento cruciale. E l’avversaria, di 10 anni più giovane, ha preso coraggio e in rimonta ha vinto l’incontro: 4-6, 7-5, 6-1. Ma Franci ha dimostrato di poter giocare alla pari con le prime 10. Alla faccia di chi la dava per finita.
Invece la 29enne Roberta Vinci non è mai stata in partita con l’austriaca Tamira Paszek che, a poco più di 21 anni, sta scalando le classifiche con il suo tennis regolare e potente: 6-2, 6-2 il risultato. E’ andata male anche alla giovane Camila Giorgi, poco più che ventenne, arrivata dalle qualificazioni. La maceratese, cresciuta fra Argentina, Francia e Stati Uniti, s’è arresa alla polacca Agnese Radwanska, numero 3 del seeding, per 6-2, 6-3. Ma anche in questa occasione ha dimostrato di avere prospettive eccellenti, basta che non si limiti a picchiare e gestisca con più testa vantaggi importanti, specie sul proprio servizio che corre a più di 160 km/h anche con la seconda palla. Fuori anche Sharapova e Clijsters, battute dalle tedesche Lisicki e Kerber. S’è salvata Serena Williams con la kazaka Shvedova che aveva firmato il golden set contro la Errani e s’è praticamente suicidata nel finale del terzo set. In campo maschile Federer ha battuto Malisse nonostante qualche problema alla schiena.