Il Galles non finisce di stupire. Travolto il Belgio dei fenomeni

Nainggolan illude i suoi, poi Williams & C. calano un tris Bale e i suoi fratelli centrano la semifinale contro Ronaldo

Un altro madridista: è Gareth Bale dopo Ronaldo a prendersi la semifinale di questi Europei e i due si sfideranno. Il Galles ha schiacciato Hazard ed entra nella storia del calcio continentale con tre reti pregevoli, meritate, sudate.

Dopo il gol di Nainggolan poco prima del quarto d'ora di gioco e il precedente bombardamento belga alla porta di Hennessey, sembrava proprio un quarto senza storia. Belgio devastante già dopo pochi minuti, cross dalla sinistra di Lukaku, grande respinta di Hennessey su legnata di Carrasco, raccoglie e tira Meunier, repinge Taylor, appostato fuori area Hazard apre il destro deviato una spanna sopra traversa. Tipo: gliene danno cinque.

Il Belgio ha continuato ancora per una decina di minuti, Galles stordito ma con una ciclopica versione di Garteh Bale che lo ha trascinato fino al pareggio di Williams, di testa, da calcio d'angolo. E dopo il gol del pareggio ancora tantissimo Bale e tantissimo Galles, con Courtois sotto pressione.

Hazard è venuto fuori forte nella ripresa, partiva imprendibile e concludeva, il Galles ha tentato di rallentare il gioco, Lukaku un pericolo perenne, anche De Bruyne calcia in porta, ma non è facile per il Belgio, ed è complicatissimo per il Galles che ha già Davies, Chester e Gunter ammoniti, mezza difesa. Sembra di rivedere i minuti iniziali del primo tempo ma questa volta non c'è il gol belga ma la conclusione di Roson Kanu che gonfia la rete. Un sinistro scagliato dentro l'area dopo essersi liberato di Meunier con un colpo di tacco.

Assedio, De Bruyne potrebbe calciare, è in area, ma preferisce servire al centro Lukaku, palla che non passa. Centra Ardelweilder da destra, irrompe Fellaini che colpisce di testa travolgendo Williams, fuori, occasionissima, grande copertura di Davies su ennesimo attacco, a dieci dal termine questo rimane un risultato sorprendente. Esce Robson Kanu dopo un'ora di grandissimo spessore, il Galles si tira indietro, vanno giù in area prima Lukaku e poi Nainggolan, atterramenti molto dubbi. Alla fine di tutto questo giro di assedi, pallonate e salvataggi eroici, il Galles va via in scoltezza sulla destra con Gunter, ha una prateria davanti, alza gli occhi e la mette in mezzo all'area per Vokes, circondato, è appena entrato per Robson Kanu, è fresco, motivato, gasato, colpisce a girare di testa e in digonale costringe Courtois al terzo volo senza palla fra i guantoni. È un 3-1 che tumula il quarto, il Galles sta scrivendo una storia formidabile.

Commenti

antonmessina

Sab, 02/07/2016 - 10:38

il galles è una nazione? e perchè allora non gioca come nazionale anche la sicilia?

Ritratto di CaptainHaddock

Anonimo (non verificato)